Dell non esaurisce la campagna acquisti

News

Sono almeno otto all’anno  le acquisizioni di società in cantiere in casa Dell. Durante la tappa milanese del roadshow dedicato allo storage Adolfo Dell’Erba, channel director Dell Italia, spiega le novità per i partner e le strategie

La campagna acquisti di Dell non si è ancora esaurita. Dopo Compellent e Boomi (questa società si occupa di integrazione nel software as a service), Dell proseguirà con acquisizioni in ambito storage, almeno altre sei, entro la fine di quest’anno, per un numero complessivo di otto aziende da portarsi in casa. A confermarlo è stato Adolfo Dell’Erba, channel director Dell Italia, a margine della tappa milanese del roadshow dedicato ai partner e mirato a illustrare le opportunità di business che derivano da progetti di virtualizzazione e consolidamento.

Dell’Erba è visibilmente soddisfatto sia dai risultati che la società ha ottenuto negli ultimi tre anni, da quando, per voce di Michael Dell, la società ha deciso di virare verso il canale indiretto, sia dell’andamento del titolo in Borsa. “Quando sono arrivato in Dell ho portato la mia esperienza passata fatta sia presso vendor sia presso distributori in Dell e insieme abbiamo ricostruito da capo la distribuzione”, dice Dell’Erba.

La tappa milanese del 26 maggio è stata preceduta da Torino, Roma e Padova e, successivamente, Napoli, il 16 giugno e Catania il 17 dello stesso mese.

Si tratta del roadshow dedicato ai partner che illustra come massimizzare le opportunità di business che dedicano dall’approccio allo storage e, al centro di tutto, la tecnologia Compellent, che Dell ha acquisito di recente e la filosofia Fluid Data.

A Milano erano poco più di 25 le imprese che hanno preso parte alla tappa del roadshow, un numero corretto secondo Dell’Erba. “ Abbiamo selezionato i partner certificati e realmente interessati a seguire i temi trattati durante il roadshow e non abbiamo esagerato sul numero delle aziende invitate perché credo che 25 aziende sia il numero sufficiente”.

Dell’Erba si è soffermato sulle recenti acquisizioni. Da un lato l’acquisto, circa tre anni fa di Equallogic, società che sta portando ora i suoi frutti dopo l’acquisizione. 

EqualLogic produce sistemi di data-storage per network e con questo  acquisto Dell cerca di uscire dalla nicchia della sola produzione di Pc.

Dell’Erba ha poi ricordato le ultime novità in fatto di canale con le modifiche che hanno interessato i livelli di partnership, Premier e Preferred.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore