Strategie

Ibm PartnerWorld 2018: ecco le quattro rivoluzioni per il canale

0 0

Watson Build 2.0; Espansione del digitale con i mercati cloud di terze parti; nuova piattaforma digitale self-service e abilitazione della trasformazione dell’ecosistema. Sono le quattro novità per i partner presentate durante l’ultimo evento a Las Vegas

Si è da poco concluso l’evento Ibm PartnerWorld a Las Vegas, lasciando margini e novità per i partner. Si parla di partner di nuova generazione o aziende che stanno cambiando pelle proprio in nome di un nuovo concetto di partnership. Sono quattro le iniziative che, secondo Ibm, renderanno più gratificante per i partner, combinare l’esperienza nel settore con le tecnologie Ibm. In particolare:

Abilitazione della trasformazione dell’ecosistema. Ibm sta rendendo più semplice per i partner che attualmente rivendono la tecnologia Ibm, spostarsi tra i modelli di coinvolgimento e la catena del valore del cliente con benefici e supporto flessibili. Un miglioramento è rappresentato dalle sperimentazioni SaaS, sandbox, crediti Ibm Cloud e assistenza allo sviluppo, recentemente ampliate, per coloro che desiderano creare nuove soluzioni sulla tecnologia della società. L’azienda continuerà a espandere i fondi per lo sviluppo del marketing, allineandoli ai partner che stanno creando nuove competenze in aree come il marketing digitale in modo che i partner stessi possano raggiungere i clienti attraverso nuove rotte e guidare la domanda quando sono pronti per andare sul mercato. Queste offerte aiutano i partner a creare rapidamente nuovi modelli di business per vendere più soluzioni rilevanti per il settore.

Paolo Mazza, CEO of b.digital and Marketing & Innovation Director of BlueiT

    • Presentazione di Watson Build 2.0, la sfida dell’IA per costruire un nuovo IP. La seconda iterazione della nostra sfida Watson Build consentirà a un numero ancora maggiore di partner di sviluppare competenze AI, costruire prototipi funzionanti di soluzioni basate su Watson su Ibm Cloud in meno di 10 mesi e incubare la loro capacità di incorporare la tecnologia Ibm più velocemente. L’anno scorso, la prima sfida Watson Build ha richiamato più di 1.300 aziende in workshop di progettazione della società, ha stimolato 400 piani aziendali basati su AI e ha consentito a oltre 100 partner di sviluppare nuove soluzioni di Intelligenza artificiale integrate. Il  vincitore del 2017, è stato il partner italiano BlueIT, che ha vinto il primo premio per la soluzione di agricoltura di precisione, progettata per sconvolgere l’industria agroalimentare. Nella fase 2, la società si aspetta che ancora più partner si uniscano immaginando il prossimo grande prototipo per la loro industria e trasformandolo in realtà. 

Un momento dell’evento a Las Vegas

    • Avvio di una nuova piattaforma digitale self-service. Progettata per i partner che stanno costruendo e vendendo soluzioni con tecnologia integrata, la piattaforma fornisce accesso a tecnologie all’avanguardia e offre supporto tecnico, modelli di codice precostruiti e corsi per la creazione di competenze. I partner possono inoltre usufruire di numerose offerte promozionali per aiutarli a iniziare a costruire con Ibm Cloud, AI e dati, inclusi 10 TB di storage Ibm Cloud Object, 100.000 conversazioni utilizzando Ibm Watson Assistant e 50mila dollari in servizi di migrazione per partner che migrano oltre 20mila dollari al mese in carichi di lavoro dal cloud di un concorrente. Una volta che i partner sono pronti a portare sul mercato le proprie soluzioni integrate, possono elencarle sul Marketplace Ibm ed estendere la propria copertura a nuovi clienti a livello globale. Le aziende possono estendere il loro accesso alle risorse aderendo a Ibm developerWorks o diventando membri di Ibm PartnerWorld. Questa nuova piattaforma self-service è disponibile all’indirizzo cliccabile.

    • Espansione dell’ impronta digitale con i mercati cloud di terze parti. Nell’ultimo anno, è stata raddoppiata la presenza di Ibm con i marketplace di terze parti e gli aggregatori di cloud. Nel 2018, la società ha firmato nuovi accordi con AppDirect e ALSO Deutschland. In questo modo, i partner e i clienti possono trovare offerte Ibm su un totale di 10 diverse piattaforme cloud e raggiungere oltre 60 milioni di nuovi clienti in tutto il mondo. I nuovi ed esistenti partner possono sfruttare i vantaggi di queste nuove rotte sul mercato quando nuovi clienti accorpano le tecnologie Ibm con altre offerte di cataloghi complementari e servizi partner. Ciò fornisce un nuovo percorso integrato per i partner per servire digitalmente i propri clienti.

Queste nuove iniziative si basano sul nuovo ecosistema di ecosistema di Ibm, che entrerà in vigore il 10 aprile 2018. Come parte dell’impegno crescente della società per la crescita dei suoi partner, la società lancerà un modello di coinvolgimento ristrutturato progettato per migliorare l’end-to-end esperienza con i partner e premi partner per passare a soluzioni a valore più elevato allineate alle aree di crescita strategica come AI, cloud, sicurezza e come offerta di servizi

Secondo John Teltsch, GM, Global Business Partners, un primo esempio può essere ricercato in Flagship Solutions Group, inizialmente come un modello di rivendita e ora sta incorporando il cloud e l’analisi nelle piattaforme digitali per creare nuove opportunità ad alto margine per i marchi dello sport e dell’intrattenimento. E poi ci sono clienti che hanno trasformato partner, come Maersk, che sta combinando i suoi 114 anni di esperienza nel settore delle spedizioni con le tecnologie cloud e blockchain per fornire trasparenza e semplicità nell’ecosistema del commercio globale. Sempre più clienti come Maersk stanno collaborando con Ibm a nuove iniziative espandendo la propria base di clienti e creando nuovi flussi di entrate.
 

Vuoi partecipare al ChannelWatch 2018 di ContextPremi qui e inizia il breve questionario