Strategie

SAPPHIRE NOW 2017, un evento che ribadisce l’urgenza di fare

sapphire now
0 2

A Orlando, in occasione dell’evento SAPPHIRE NOW per partner e clienti, il Ceo Bill McDermott anticipa la roadmap dei portafogli cloud e analytics. Sap spinge sulla trasformazione digitale

Davanti a una platea di 30.000 persone Bill McDermott, ceo di Sap, apre l’annuale SAPPHIRE NOW ad Orlando confermando che la promessa dello scorso anno – “agire subito” – è stata mantenuta. “Abbiamo rivolto l’attenzione verso l’azione e ora siamo pronti a darvi i  dettagli e la roadmap dei nuovi prodotti messi a punto. C’è urgenza di fare” precisa, ribandendo il ruolo di Sap come compagno di lunga data per le aziende (“da 45 anni siamo innovatori accanto ai clienti ”) e portando sul palco due sorprese.

Il cliente… Michael Dell

Bill McDermott, ceo di Sap
Bill McDermott, ceo di Sap

La prima riguarda  Sap Leonardo (“l’annuncio  più importante dai tempi di Sap Hana”), un sistema che integra tutte le tecnologie per la trasformazione digitale. 
La seconda un cliente d’eccezione che utilizza  Sap per la propria azienda: Michael Dell, cliente storico di Sap Hana, che ne estende l’utilizzo anche alla nuova Dell Technologies, nata con l’acquisizione di Emc.Sap ci sta aiutando a gestire il business in real time sia per il finance, il procurement, la supply chain e le spese di viaggio – precisa Michael Dell- . Ci sta aiutando a fornire ai nostri clienti grandi potenzialità per il loro business”,  ribadendo che le aziende devono considerare la digital transformation non un progetto che riguarda l’IT ma che  coinvolge il Ceo in prima persona . “Se il vostro Ceo non capisce questo, ditegli di chiamarmi – scherza  Dell –. La trasformazione  digitale deve essere guidata dal Ceo  e l’IT deve essere completamente allineata con la strategia dell’azienda”.

Michaale Dell e Bill McDermott sul palco del SAPPHIRE NOW a Orlando
Michael Dell e Bill McDermott sul palco del SAPPHIRE NOW a Orlando

L’accelerata di Sap verso i nuovi processi di trasformazione digitale, al cloud e alle nuove tecnologie, parte dal 2010, con più di 50 miliardi di dollari investiti in innovazione, che secondo  McDermott hanno fatto di “Sap Hana la piattaforma standard de facto per l’in-memory nel mondo enterprise” .

Ora  SAP Leonardo  si presenta come il portafoglio  di soluzioni  innovative per la trasformazione digitale che adotta il design thinking come metodologia di lavoro e che aiuterà i clienti nel cambiamento. “Dalla nostra prospettiva tutte le tecnologie nuove che  molti non sanno spiegare – blockchain, machine learning, intelligenza artificiale – riguardano tutte il modo in cui vogliamo connettere cose, persone e business e sono integrate nelle nostre soluzioni” .

Prima il cloud…

La strategia cloud è declinata da Darren Roos, Presidente di SAP S/4HANA Cloud, che parla a 360 gradi, a tutte le aziende di qualsiasi vertical. “Non è importante sapere in che business voi siate, la complessità aumenteranno di giorno in giorno e la tecnologia si rivelerà trasversale dal backoffice fino al cliente. In teoria questa è una buona notizia perché è destinata  a fare crescere la produttività. Ma in pratica la curva di apprendimento sta rallentando molti business, perché spesso dobbiamo far fronte a quantità enormi di dati, processi complessi, montagne di app, soluzioni e piattaforme di software diverse che spesso non comunicano tra di loro”. Bisogna riportare il business a quello che meglio sa fare: costruire, creare e innovare”.

Darren Roos, Presidente di SAP S/4HANA Cloud
Darren Roos, Presidente di SAP S/4HANA Cloud

Per Sap la strada è quella di aggiungere intelligenza nella soluzioni e fare leva su machine learning e analisi predittive, che possano impattare su tutti i livelli aziendali, dal finance fino al procurement. Si innestano in questo processo gli annunci legati alla roadmap, che riguardano nuove soluzioni per gestire il mondo dei dati.
In ambito cloud quello principale è la soluzione Erp  SAP S/4HANA Cloud 1705, erogata in modalità Saas,  che integra analytics contestuali, funzionalità di assistenza digitale e machine learning e grazie alla disponibilità di SAP CoPilot (l’assistente digitale, “cuore pulsante del sistema” precisa Roos) conosce lo scenario dove l’azienda opera e gli obiettivi di business, promuove una collaborazione efficiente e offre chat contestualizzate, oltre alla gestione della user experience in modo ottimale con SAP Fiori.

Migliorate anche  le  funzionalità in ambito finance per le grandi organizzazioni (SAP S/4HANA Cloud for Finance) per l’integrazione dei crediti e per i pagamenti digitali, oltre all’applicazione mobile SAP Project Companion, che agevola la collaborazione nelle attività quotidiane con integrazioni aggiuntive a sistemi di terze parti.

…poi gli Analytics

Se si guarda il portfoglio degli Analytics entro questo mese verrà aggiornata la soluzione SAP Analytics Cloud (in precedenza SAP BusinessObjects Cloud) che sarà disponibile con funzionalità di insight intelligenti, per fornire automaticamente visualizzazioni e nuovi contenuti pre-strutturati, oltre ad avere una nuova applicazione mobile su iOS, connessioni dirette con la soluzione SAP BW/4HANA, script R, una visualizzazione migliorata. 
Seguiranno anche SAP Digital Boardroom, che supporta ora Microsoft Surface Hub, per semplificare il processo decisionale collaborativo e la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence (BI) 4.2 includerà  una migliorata esperienza di interfaccia utente.
Se SAP Analytics Hub è ora disponibile per consentire agli utenti aziendali di estrarre contenuto rilevante da soluzioni di analytics, SAP Predictive Analytics abilita il machine learning su SAP S/4HANA sia on premise sia in cloud,

“Gli annunci di oggi nel portafoglio Analytics sono permettono ai clienti di ottenere miglioramenti nell’analisi degli insight sia nel cloud, sia on premises o in un approccio ibrido – ha precisato Michael Flannagan, SVP Analytics di SAP -. Le innovazioni sono sulla scia degli annunci legati a Sap Leonardo che combinano machine learning, Internet of Things ,  blockchain, analytics e Big Data in una piattaforma aperta che offrirà specifici servizi per settori con prezzi e tempi precisi”.

Nell’ambito dei servizi, novità riguardano la  SAP Cloud Platform Predictive che comprende nuove funzionalità come modelli di recommendation e clustering, nonché servizi per la regressione e la classificazione automatizzate.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Analytics azionabili: offrire un’esperienza digitale ottimale”