E’ di Ibm l’alternativa a Office

News

Un software che comprende email, instant messaging, word processing,
spreadsheet e presentation in concorrenza con il diffuso Office. Non
gira su Windows o Macintosh, ma solamente su Linux, Unix e sistemi
proprietari.

Office, il programma di Microsoft, non è più solo. Ibm ha proposto
un’alternativa alla diffusissima suite. Partecipe di Lotus Workplace di
Ibm, il nuovo software comprende tutte le possibilità offerte da Office.
L’alternativa, tuttavia, non riguarda chi opera in ambiente Windows o
Mac. Il programma gira solamente su Linux, Unix e i software
proprietari. Il nuovo prodotto sarà distribuito direttamente tramite Web
e sempre per tale via, sarà, di volta in volta, aggiornato. Ibm afferma
che tale procedura è competitiva rispetto al tradizionale upgrade. La
multinazionale conta di far pagare 2 dollari Usa al mese per l’accesso
al software, a cui vanno aggiunte le spese per far girare
l’applicazione. Secondo quanto dichiarato, WebSphere è l’applicazione di
elezione della nuova soluzione. Toni Duboise, analista di Curent
Analysis, afferma che si tratta di un prodotto di nicchia, specialmente
per i call center che usano Linux, per le workstation It e per i sistemi
mobili. ” Non credo ? ha continuato Duboise – che un gran numero di
utenti, che finora hanno usato Office, possano montare sui loro computer
il nuovo software di Ibm”. Con la nuova proposta, Ibm lancia una sfida a
Sun Microsystems che, con Office, controlla circa il 90% del mercato.
Sun ha incrementato le vendite business grazie alle suite denominate
StarOffice e OpenOffice. Tuttavia Ibm offre anche i plug-in per Office,
in modo che entrambe le soluzioni possano lavorare nello stesso
ambiente. Ieanette Barlow, market manager di Ibm, è convinta che la
soluzione della sua azienda offra maggiori scelte a tutti.