Ecs vende alla grande

News

Nel primo trimestre dell’anno, il gruppo Brevi ha venduto circa 4.500
notebook con il marchio Ecs Elitegroup.

Nonostante il marchio Ecs sia poco conosciuto al grande pubblico e debba
fronteggiare brand molto più diffusi, come Acer, Toshiba e Asus, nei
primi tre mesi dell’anno ha registrato un ottimo andamento di vendite,
con circa 4.500 unità commercializzate, attraverso il distributore Brevi.
Ecs Elitegroup è una azienda taiwanese specializzata in schede madri, che ha
deciso di diversificare la propria attività nell’ambito della produzione
di portatili. Brevi ha siglato con Ecs un accordo di partnership nel
corso del 2003 e ha inserito il marchio nella propria offerta. Con i
4.500 notebook venduti nel primo trimestre, Brevi ritiene di poter
raggiungere e superare la quota di 15mila pezzi per l’intero anno.
Numeri che non possono al momento impensierire i grandi marchi, ma che
significano introiti per 10-15 milioni di euro.
Le possibilità di
acquisto dei notebook Ecs sono due: la prima in configurazione completa;
la seconda invece in versione “barebone”, cioè senza processore, memoria
e hard disk, per consentire al rivenditore di creare la configurazione
in base alle esigenze del cliente. Ogni portatile ha una garanzia di due
anni con la formula “Pick up and return”, che prevede il prelievo e la
riconsegna del prodotto riparato a domicilio.