ERP Zucchetti Meeting 2014, partner più attenti ai clienti anche per prevenire le disdette

Mercato
Alessandro Zucchetti

Si è concluso da poco l’ERP Zucchetti Meeting 2014 a Riccione con dati incoraggianti ma anche qualche richiamo al canale: più attenzione al cliente, più dialogo e ascolto dello stesso e più riscontro sui lead generati e passati ai partner: su 100 lead passati ai partner solo su 10 Zucchetti ha un riscontro

Prevenire le disdette, ascoltare di più e prestare attenzione a tutti i segnali che possano giungere dai clienti in modo da fidelizzare gli stessi. Paolo Susani, direttore vendite canale indiretto di Zucchetti, non riesce a trattenere lo sfogo di chi vorrebbe che le cose girassero diversamente, ma proprio non ce la fa e in dieci minuti circa usa bastone e carota per sottolineare ai partner gestionali intervenuti all’ERP Zucchetti Meeting 2014, la situazione e il quadro di business che avrebbe voluto vedere nell’anno appena passato e che vorrà vedere in futuro dai partner. Alessandro Zucchetti

Il ruolo centrale della rete distributiva nella strategia Zucchetti è stato delineato dai responsabili del canale: “Il messaggio principale che abbiamo voluto dare è che, nonostante il difficile momento economico, ci sono imprese italiane disposte a investire e che cercano soluzioni di qualità – commenta Susani – Nell’offerta Zucchetti possono trovare tutto ciò che occorre loro per migliorare i propri processi. Per questo motivo i nostri partner, che sono l’estensione del nostro gruppo a livello locale, devono avere la volontà e la capacità di trasferire sul mercato il valore delle nostre soluzioni”. sala

Dello stesso avviso Mario Aschiero, vicedirettore vendite canale indiretto: “Oggi più che mai per un rivenditore è importante non solo acquisire il cliente con un ottimo prodotto gestionale, ma fidelizzarlo. Ciò si può fare mediante ulteriori soluzioni come il CRM, il DMS, la business intelligence, il portale aziendale ecc. Tutte applicazioni presenti in modo nativo e integrato negli applicativi Zucchetti. Senza trascurare il fatto che abbiamo predisposto attraverso il nostro data center un servizio di vendita dei nostri applicativi anche in modalità cloud, che prevede il diretto coinvolgimento dei nostri partner, in modo tale da non perdere alcuna opportunità di vendita, ma senza disintermediazione”.

Insomma anche Aschiero non le manda a dire e sottolinea un fenomeno spiacevole, quello dei contatti passati ai partner e di questi solo il 10% torna in Zucchetti sotto forma di comunicazione di riscontro. Aschiero e Susani sottolineano che questo 10% è troppo basso alla luce di un investimento in lead generation molto elevato. Paolo Susani

Detto questo, l’ERP Zucchetti Meeting 2014 è l’evento evento in cui il gruppo Zucchetti ha incontrato il proprio canale indiretto specializzato nella vendita di soluzioni gestionali/erp e ha sancito l’unione tra i partner Zucchetti con quelli di Microarea e di Apogeo. L’evento ha visto la partecipazione di più di 300 strutture per un totale di oltre 600 persone.

“Abbiamo un’offerta di soluzioni gestionali/erp ampia per andare incontro alle differenti esigenze dei clienti, per questo abbiamo dedicato un intero evento a questo mercato, ha dichiarato Alessandro Zucchetti, presidente dell’omonimo gruppo. La partecipazione, l’attenzione ai contenuti e i riscontri sono stati persino oltre le attese e hanno piacevolmente sorpreso anche noi. In questa occasione abbiamo voluto ribadire che siamo la prima azienda italiana di software e che vogliamo continuare ad esserlo insieme ai nostri partner; per questo motivo proseguono costantemente gli investimenti in innovazione tecnologica e le assunzioni di nuovi talenti per migliorare ulteriormente le soluzioni esistenti e per realizzare nuovi prodotti”. 

Zucchetti ha chiuso il 2013 con un fatturato complessivo pari a 325 milioni di euro in crescita del 14% rispetto a 285 milioni del 2012. Sezionando le crescite per ogni business 2013 verso 2012, Zucchetti ha visto una crescita del 5% nell’Erp, del 7% nell’HR, del 6% sui professionisti, +20% sul middleware, più 23% sulla business intelligence e 34% sui servizi server farm.

“A tre anni dall’acquisizione di Microarea da parte del gruppo Zucchetti possiamo dire che tutte le promesse sono state mantenute: siamo riusciti a mettere a fattor comune le competenze delle due aziende e a consolidare la rete di partner gestionali più grande del mercato italiano, che ha in gestione più del 90% delle 60mila aziende clienti in ambito erp”, spiega poi Enrico Itri, amministratore unico di Microarea.

Sono state numerose le novità presentate nell’ambito dei sistemi gestionali, raggruppabili in quattro aree fondamentali: cloud, mobile, big data e social: “Non basta più evolversi, occorre distinguersi – ha precisato Giorgio Mini, uno dei due vicepresidenti Zucchettiper questo motivo stiamo sviluppando funzionalità che vanno oltre il gestionale, per dare al cliente strumenti che possano farlo lavorare più velocemente, in modo più efficiente, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Due esempi significativi sono da un lato ‘Infinity Search’, un potente motore di ricerca all’interno dei nostri applicativi che indicizza dati, documenti, email e transazioni da diverse fonti dati e database, dall’altro ‘Infinity Mobile Solution’, applicazione che consente di gestire app specifiche per chi deve accedere ai dati gestionali anche mediante tablet e smartphone”.Giorgio Mini2

Su quest’ultimo tema ha posto l’accento Gregorio Piccoli, responsabile tecnologie di sviluppo Zucchetti:Le imprese capaci di svolgere le proprie attività da qualsiasi dispositivo e in qualsiasi ambiente avranno chiaramente un vantaggio competitivo rispetto alle altre. In Zucchetti abbiamo lavorato per rendere le app indipendenti dal device e dal sistema operativo e per garantire sempre sia una corretta profilazione dell’utente sia la sincronizzazione con i dati del gestionale”.

Grande attenzione è stata riservata anche alle applicazioni integrate al gestionale, in particolare alla business intelligence: “Con InfoBusiness, che vanta oltre 6mila clienti, siamo già il leader italiano della BI per numero di installazioni – ha commentato Angelo Cian, responsabile soluzioni di business intelligence Zucchettima vogliamo dare ai nostri partner delle nuove applicazioni da portare sul mercato: mi riferisco alle ‘Infinity Analytics’, che consentiranno non solo di effettuare indagini su quello che è già successo con analisi dinamiche multidimensionali, ma anche di comprenderne le cause, estendendo la capacità di gestire e interpretare i big data, con accesso ai dashboard e ai report di analisi via browser, on premise oppure in cloud, o tramite dispositivi mobile”.

Domenico Uggeri, l’altro vicepresidente Zucchetti, ha sottolineato anche l’importanza di soluzioni ‘cross’, che possono completare l’offerta gestionale: “Ci sono ancora ambiti poco presidiati sul mercato, per i quali c’è una forte domanda: per la gestione completa delle note spese aziendali abbiamo realizzato ZTravel, che consente di gestire l’intero processo di trasferta; ZTimesheet è la soluzione ideale per l’efficiente organizzazione delle risorse nelle aziende che lavorano per progetti, commesse e attività; Safety Solution, infine, è l’unica soluzione sul mercato che integra software, dispositivi hardware e formazione per adempiere a tutti gli adempimenti previsti dal D. Lgs. 81/08 in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro”.

Zucchetti Meeting 2014

Image 11 of 15

Erp Zucchetti Meeting 2014
Giorgio Mini, vicepresidente Zucchetti
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore