Esker si potenzia sullo scambio elettronico di dati con e-integration

News
firma, accordo, accordo di distribuzione@shutterstock
0 0 Non ci sono commenti

L’acquisizione di e-integration, insieme con la filiale tedesca di Esker già presente a Monaco, permetterà all’azienda di aumentare il proprio fatturato sul mercato tedesco di oltre il 150%

Esker ha raggiunto un accordo per acquisire e-integration, fornitore di servizi di scambio elettronico di dati (EDI), con sede a Düsseldorf in Germania. L’acquisizione di e-integration, insieme con la filiale tedesca di Esker già presente a Monaco, permetterà all’azienda di aumentare il proprio fatturato sul mercato tedesco di oltre il 150%. Esker inoltre beneficerà di una migliore copertura sul mercato tedesco sia in termini di vendite che di competenza tecnica grazie all’apporto di oltre 30 nuovi dipendenti. Per più di 25 anni, e-integration ha fornito servizi di comunicazione B2B basati su standard e tecnologie EDI.

Al momento, la piattaforma online collega oltre 7mila aziende in tutto il mondo. E-integration vanta più di 600 clienti attivi, che includono aziende di media grandezza fino a grandi aziende manifatturiere internazionali tedesche, grossisti e associazioni di categoria. In qualità di fornitore di servizi EDI, e-integration offre una serie di servizi EDI che coprono una vasta gamma di soluzioni per l’automatizzazione della gestione degli ordini, la fatturazione elettronica, la logistica, l’approvvigionamento e di altri processi aziendali critici per le aziende. Esker ed e-integration condividono lo stesso obiettivo fondamentale: semplificare i processi di back-office e tra le aziende, riducendo così l’uso della carta. E-integration è la seconda acquisizione di un’azienda EDI in Europa da parte di Esker, dopo l’accordo con la parigina CalvaEDI nel 2015.

Esker Document Delivery Logo in Color tagline (jpg)

“Esker è convinta che l’integrazione delle funzionalità EDI con tutti gli altri canali tradizionali ed elettronici della comunicazione B2B, tra cui posta, email, portali web e fax diventerà un vantaggio competitivo strategico negli anni a venire” ha dichiarato Jean-Michel Bérard, ceo di Esker. Simile al modello di business basato sul cloud di Esker, e-integration ottiene la maggior parte dei suoi proftti dalle fee basate sulla frequenza di utilizzo della propria piattaforma online. Questo dà a e-integration un flusso di entrate ricorrenti e flessibili, garantendo una crescita continua e indipendente dalla situazione economica. Per l’esercizio 2016, le entrate generate dal business EDI di e-integration (come acquisito da Esker1) si prevede raggiungeranno 3.2 milioni di euro, con un incremento di oltre il 10% rispetto al 2015 e un utile pro-forma al lordo delle imposte stimato al 17% delle vendite. Oltre al business EDI, dal 2012 e-integration ha sviluppato PROmitea, una nuova soluzione cloud che aiuta le aziende ad automatizzare l’approvvigionamento, la ricerca e i processi d’acquisto attraverso un portale online. Secondo quanto concordato con l’acquisizione di Esker, il business PROmitea sarà scorporato e continuerà ad essere gestito dall’attuale proprietario. Esker, tuttavia, continuerà a collaborare con PROmitea e riceverà una quota del 20% dell’azienda in quanto parte della transazione globale. Esker avrà la possibilità di acquistare il resto delle azioni della nuova società in un secondo momento.

Questa transazione è soggetta alle consuete procedure di controllo e dovrebbe essere completata entro gennaio 2017.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore