Esprinet: con Edslan la libreria distributiva è completa

Mercato
0 0 Non ci sono commenti

Luca Casini, direttore commerciale di V-Valley, spiega l’ingresso di Edslan nel gruppo come un ulteriore tassello nella strategia distributiva del gruppo che vuole raggiungere la leadership nella distribuzione a valore. Dopo V-Valley nel 2011, Edslan diventerà la nuova legal entity del gruppo

Una libreria completa, o comunque molto consistente e ricca di libri.

Così appare ora la fotografia del gruppo Esprinet, a pochi giorni dall’annuncio dell’acquisizione di Edslan, che diventerà una legal entity del gruppo solo dopo che l’Antitrust avrà dato l’ok all’operazione di acquisizione. Luca Casini, direttore commerciale di V-Valley, dal 2011 legal entity del gruppo, ha descritto così l’attuale contesto in cui si trova a navigare il gruppo distributivo italiano.

Con V-Valley specializzata nel comparto data center, Edslan porterà nel gruppo la commercializzazione della tecnologie di efficiency energy, cabling e strumenti di misura dove Edslan è forte mentre a Esprinet mancava questo tassello.

Luca Casini,
Luca Casini

Casini afferma la volontà del gruppo Esprinet di affermare “la leadership nel mondo della distribuzione a valore dopo averla acquisita nel volume e nella consumer electronic. Per fare questo passo, la società ha investito sul valore: ora è arrivato il momento di accelerare e da qui l’acquisizione di Edslan che entrerà a far parte del gruppo Esprinet dopo l’ok da parte dell’Antitrust, entro Aprile 2016”.

Edslan diventerà una legal entity posseduta al 100% da Esprinet e con una target distributivo ben preciso. Allo stesso tempo, V-Valley si occupa del data center e tra le due società ci sono tecnologie di confine che possono essere ‘vendute’ agli operatori di data center e agli installatori, attraverso brand di collaboration, come per esempio dimostra il recente accordo sulle soluzioni di Unified Communication & Collaboration che integra le tecnologie di Hewlett Packard Enterprise, Microsoft, Plantronics e Polycom attraverso la scelta di V-Valley come partner per questo progetto. “Manterremo le specializzazioni di Edslan perché la legal entity sarà separata, consentendo così ai rivenditori di qualsiasi tipo di accedere attraverso un unico interlocutore a una serie di tecnologie e soluzioni di continuità senza rinunciare alle competenze. Edslan – spiega Casini – continua nella propria missione di sviluppo sul mercato degli impiantisti e degli installatori, parte della sua offering come il networking o la security entrano a far parte di V-Valley e vengono mantenute le specializzazioni, indirizzando un mercato che per Esprinet è completamente nuovo, come il cabling e i centralini”, chiude Casini.

ChannelBiz ha interpellato anche una realtà che durante una recente convention a Bologna ha sottolineato il recente accordo con Edslan come distributore in Italia e come punto di appoggio. Lo sbarco in Olanda ha fatto nascere in Wildix anche l’opportunità di beneficiare di alcune situazioni favorevoli per l’azienda e, a partire da marzo, la società sposterà in terra olandese tutta la logistica, ma per mantenere anche qui in Italia un punto di stoccaggio, ha deciso di affidarsi a Edslan.

Stefano Osler
Stefano Osler

Cosa succederà ora a Wildix? Di sicuro, Wildix non passa il canale al distributore ma continuerà a seguire in modo esclusivo e diretto tutti i partner gold. “Vediamo molto positivamente il consolidamento di Edslan nel gruppo Esprinet – spiega Stefano Osler, amministratore delegato di Wildixcredo che nel mercato della distribuzione le dimensioni siano uno dei fattori più importanti per il successo a lungo termine”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore