Esprinet non brilla in Borsa dopo il taglio degli obiettivi 2017

News

Nonostante una crescita nei ricavi relativi al primo semestre 2017, Esprinet ha evidenziato un calo del 40% dell’utile a 6,3 milioni di euro. Deciso un taglio degli obiettivi di redditività 2017

L’annuncio del taglio degli obiettivi 2017 da parte di Esprinet, non hanno fatto bene al titolo che, in Borsa, è letteralmente crollato del 13,28% sul listino di Milano. A darne conto è l’ufficio studi Teleborsa.

Secondo quanto emerso dai dati diramati dal distributore e ripresi da diverse fondi di informazioni finanziarie, tenendo in considerazione uno scenario di mercato che “sta determinando un rallentamento significativo a livello consolidato del trend di fatturato e di marginalità lorda pianificato a budget per l’intero 2017“, ha deciso di tagliare gli obiettivi di redditività 2017.

Tech Data fa il bilancio dell'anno

Secondo Soldionline.it, il distributore ha chiuso il primo semestre del 2017 “con ricavi pari a 1,437 miliardi di euro, in aumento del 15% rispetto al giro d’affari del primo semestre 2016. Il reddito operativo è stato pari a 9,8 milioni, in flessione del 31% rispetto al primo semestre 2016 e con un’incidenza sui ricavi diminuita a 0,68% dall’1,15%, per effetto prevalentemente di un peggioramento dell’incidenza dei costi operativi conseguente all’ampliamento del perimetro di consolidamento”.

La semestrale al 30 giugno ha evidenziato un calo del 40% dell’utile a 6,3 milioni di euro, a fronte proprio di una crescita nei ricavi del 15%. Dunque un contrasto che non è passato inosservato in Borsa tanto che questa decisione inaspettata ha giocato un brutto tiro al titolo della società, facendo accentuare la fase ribassista che da tempo sta avendo e che, secondo le attese di Borsa, non sono destinate a diminuire.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore