Esprinet può gioire sugli utili

News

Il CdA del Gruppo ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31/3/09. Utili cresciuti del 42% ma ricavi in discesa del 7% pari a 569,8 milioni di euro. La Spagna ritorna alla redditività

Calano i ricavi netti consolidati ma aumentano a doppia cifra sia il risultato operativo sia l’utile netto. Il consiglio di amministrazione di Esprinet ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009. A livello di Gruppo, i ricavi consolidati sono stati pari a 569,8 milioni di euro (-7% anno su anno); il risultato operativo pari a 17,5 milioni di euro  (+32%) e l’utile netto a 9,9 milioni di euro (+42%).

I risultati del gruppo tengono conto delle varie operazioni di ristrutturazione e riorganizzazione della società effettuate negli ultimi mesi. E, il segmento Esprinet Iberica vede un ritorno alla redditività operativa. I ricavi della Spagna sono stati pari a 140,9 milioni di euro in aumento del 4% rispetto a quelli registrati il primo trimestre del 2008, il risultato operativo ha segnato una virata in positivo passando a 0,9 milioni di euro contro una perdita operativa di 1,1 milioni di euro registrata il primo trimestre dell’anno scorso.

Per l’Italia invece la società rileva un volume di ricavi pari a 428,9 milioni di euro in diminuzione del 10% rispetto al primo trimestre 2008 e un risultato operativo di 16,6 milioni di euro, in aumento del 15%.

Esprinet fa sapere che, nonostante i buoni risultati registrati nel primo trimestre 2009, la situazione di mercato nei paesi in cui opera il Gruppo, Italia e Spagna, appunto, non offre evidenze tali da modificare la previsione di un esercizio contrassegnato da un elevato coefficiente di difficoltà, quest’ultimo derivante innanzitutto dalle incertezze riguardanti l’evoluzione della congiuntura e la dinamica della domanda di informatica specialmente nel segmento dei rivenditori tipicamente rivolti alla clientela “business”.

Peraltro, a valle della crisi finanziaria dei mesi scorsi al momento non sembrano ravvisarsi cambiamenti di portata tale da modificare i trend strutturali di lungo periodo dell’industria di appartenenza, potendosi confermare sia una sempre più essenziale connessione tra informatica e processi aziendali sia una diffusa predilezione per l’utilizzo di prodotti tecnologici nella sfera privata.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore