Evolution 4 sarà multi-piattaforma

News
Saimor Schiavon - Product Manager di Evolution

La versione 4 di Evolution può funzionare su smartphone e su tablet ma, presto, sarà in grado di girare su tutte le piattaforme, Windows, Mac e Linux. Per marzo dovrebbe essere pronto il programma multi-piattaforma, confermano i vertici di Evolution

Evolution chiude il 2012 con un +17%. La spinta alla razionalizzazione dei costi che ha frenato gli investimenti in innovazione tecnologica, ha riguardato anche i progetti Erp. Non a caso gli ultimi dati disponibili relativi al mercato italiano (Rapporto Assinform 2012, che analizza i dati del 2011) parlano di una flessione del mercato Erp pari al 4,4%.

In questo contesto, Evolution, software house veneziana ideatrice dell’omonimo software gestionale ‘all-in-one’ che, giunto alla quarta versione, è nato per affiancare le Pmi nella gestione quotidiana del business, attraverso il coordinamento integrato di tutte le attività legate alla contabilità, alla vendita e al magazzino, gioisce.

Saimor Schiavon - Product Manager di Evolution
Saimor Schiavon 

“Di fronte a un mercato in contrazione, noi siamo in crescita” afferma Saimor Schiavon, Product Manager di Evolution. “Abbiamo registrato un +37% nel quarto trimestre del 2012, mentre il dato annuo è di +17%. Il motivo di questo buon andamento è semplice: le aziende hanno compreso che, pur in un momento di revisione dei budget, possono avere un prodotto in grado di soddisfare le loro esigenze a un ottimo rapporto qualità/prezzo”.
Fin dall’inizio abbiamo creduto che il nostro prodotto dovesse essere semplice, a basso costo e completo” continua Schiavon. “Inoltre, indirizzandoci tipicamente alle piccole aziende, è necessario che i costi siano chiari. Il nostro pacchetto ha una licenza annuale monoutente a 249 euro, mentre la versione per dieci postazioni ne costa 529. Un prezzo comprensivo di aggiornamenti e assistenza”.

Importante per il conseguimento dei risultati positivi è stata poi una oculata politica di marketing e azioni mirate che hanno previsto, ad esempio, l’omaggio di un tablet a fronte dell’acquisto del prodotto. E, non meno importante, è la capacità di seguire velocemente i cambiamenti.

“Abbiamo di recente inserito in Evolution 4 funzioni che adeguano automaticamente la contabilità alle normative fiscali più recenti, come l’aggiornamento gratuito per la variazione dell’IVA al 21% (e presto al 22%)” spiega Schiavon. “E ora lo stiamo aggiornando con lo standard di fattura elettronica indicata dal governo Monti che, nel corso del 2013, diventerà obbligatoria”.
Il segreto del successo dell’azienda risiede però anche nella capacità di adeguarsi alle più recenti richieste del mercato, come la necessità di implementare soluzioni e servizi business fruibili da dispositivi mobili. Se in passato utilizzare sistemi Erp era possibile solo attraverso postazioni fisse, con l’arrivo di smartphone e tablet si è aperto un secondo canale di accesso. Proprio la mobilità resta infatti oggi un punto fermo per ogni nuova soluzione software business oriented, ed Evolution 4 non fa eccezione.

In secondo luogo il progressivo affermarsi del paradigma del cloud sta portando molte aziende ad interrogarsi sull’opportunità di trasferire sulla nuvola determinate applicazioni e processi.
Evolution 4 può girare sul cloud di Aruba – il migliore per rapporto qualità/prezzo – e gli utenti possono quindi dedicarsi alla propria attività in modo ancora più semplice e veloce, accedendo da remoto al database di Evolution e aggiornando i dati in tempo reale” spiega Schiavon.

Su cloud, Evolution 4 può mettere in collegamento una rete di client – non solo nella medesima sede ma anche distribuiti sul territorio – in grado di lavorare contemporaneamente sul medesimo archivio di dati. Non da meno, gli utilizzatori sono abilitati per accedere al desktop da ogni tipo di device, Android e iOS. Infine, la versione 4 di Evolution non solo può funzionare su smartphone e su tablet ma, presto, sarà in grado di girare su tutte le piattaforme, Windows, Mac e Linux.Per marzo dovrebbe essere pronto il programma multi-piattaforma” conclude Schiavon.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore