Expert Italy promuove dicembre 2013 ma la crisi morde

News
Roberto Omati

Dicembre 2013 migliore delle aspettative per Expert Italy, nonostante Confesercenti abbia rilasciato dati allarmanti, tranne che per l’hi-tech. Per Expert promossa la telefonia, l’elettrodomestico e il game

Dicembre 2013 migliore delle aspettative per Expert Italy, nonostante Confesercenti abbia rilasciato dati allarmanti, tranne che per l’hi-tech. Expert Italy, con 336 negozi e un fatturato 2012 di 1.810 milioni di euro, conferma il trend positivo del comparto.

Roberto Omati, Direttore Commerciale di Expert, dichiara che il mese di dicembre si è chiuso con segno positivo; sia a parità di rete sia con le nuove aperture. Si evidenza una crescita rilevante delle vendite soprattutto nel canale on-line. Inoltre, confrontando i dati dello stesso mese dello scorso anno, le categorie che hanno registrato un incremento delle vendite sono state la Telefonia (maggiore +20% ) e gli Elettrodomestici (maggiore +4%), seguiti dai comparti Game grazie ai lanci delle nuove piattaforme PS4 e XBOX ONE e Informatica grazie ai Tablet.

Forse perché in periodo di contrazione dei consumi le mura domestiche sono diventate il luogo privilegiato dove trascorrere il tempo in famiglia o in compagnia di amici, i prodotti più gettonati sono stati gli elettrodomestici e il game. Per la propria casa si cercano prodotti di qualità, a basso consumo energetico e device di ultima generazioni che garantiscano intrattenimento per tutte le età” commenta Omati.

Roberto Omati
Roberto Omati

Il best seller rimane comunque lo smartphone, a conferma che gli italiani non possono fare a meno di gratificarsi con le ultime novità, comunicare, lavorare, navigare ed essere sempre connessi ovunque si trovino, ma soprattutto non riescono a rinunciare ai modelli più trendy. Emerge però una tendenza all’acquisto “oculato”, con una maggiore informazione sul prodotto e, soprattutto, al confronto dei prezzi prima di effettuare la scelta definitiva.

L’info-commerce rimane ancora lo strumento privilegiato per raccogliere dati utili e indirizzare al meglio lo shopping hi-tech” conclude Omati.  Presto invece secondo la Centrale dell’azienda – che è un consorzio di 128 rivenditori indipendenti – per fornire una stima su gennaio 2014. Sembra che l’inizio del nuovo anno sia stato un po’ più lento se paragonato allo scorso, ma dobbiamo ricordare che gennaio era stato uno dei pochissimi mesi con segno positivo.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore