Facebook Home fa l’occhiolino ad Android

Mercato
smartphone, facebook, android@shutterstock

Facebook Home è un software che cambia la skin di Android: è l’Interfaccia utente (UI), in download da Google Play dal prossimo 12 aprile, che si sovrappone ad Android e porta Facebook in home screen, permettendo di accedere direttamente alle apps del social network

Facebook Home mette le persone e non le apps al centro dello smartphone. Android è la piattaforma di Google, ma il 70% dei possessori di smartphone, usa il dispositivo per accedere a Facebook, secondo IDC. Partendo da questa considerazione, si intuisce perché Mark Zuckerberg abbia presentato Facebook Home: il social network vuole il controllo di Android, scalzando Google. Facebook Home è un software che cambia la skin di Android: è l’Interfaccia utente (UI), in download da Google Play dal prossimo 12 aprile, che si sovrappone ad Android e porta Facebook in home screen, permettendo di accedere direttamente alle apps del social network, cambiando la schermata iniziale di Android e bypassando l’ecosistema di Google. Il primo smartphone che arriva sul mercato con Facebook Home UI è HTC First, ma Facebook Home si potrà scaricare anche su diversi modelli di Android già in commercio

Facebook Home è un software che, una volta scaricato sul vostro Android, cambia la schermata iniziale portando Facebook con le sue apps in home screen. Facebook Home è la schermata che contiene tante apps e modifica la UI di Android. In download da Google Play dal 12 aprile, Facebook Home si potrà scaricare solo su pochi dispositivi che supporteranno Home: HTC One X, One X+, Samsung Galaxy S III, Galaxy Note II, e in futuro anche l’One e il Galaxy S4. Ma il primo smartphone che arriva in commercio con Interfaccia utente (UI) Facebook Home è HTC First. L’HTC First, che Mark Zuckerberg ha definito “minimalista e bello”, supporterà la connessione 4G di AT&T ed uscirà il 12 aprile al costo di 99.99 dollari.

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, all’atteso evento a Menlo Park in California, ha spiegato che il social network ha intenzione di migliorare il modo con cui gli utenti usano i loro smartphone mettendo “le persone, non le apps” al centro dello smartphone.

Per Facebook il Mobile è sempre più critico: circa il 70% dei membri di Facebook usano dispositivi mobili come smartphone e tablet per accedere al suo servizio (dati di fine 2012), mentre 157 milioni del miliardo di utenti attivi di Facebook ha accesso al servizio unicamente da dispositivo mobile. Con la UI Facebook Home lotta per il controllo di Android, cercando di scavalcare Google, che di Android, è il principale sviluppatore.

Non stiamo realizzando uno smartphone né un nuovo sistema operativo” ha esordito il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg: “Ma stiamo costruendo qualcosa di più profondo di un’ordinaria applicazione“.E infatti Mark Zuckerberg ha tolto i veli a Facebook Home, un software ideato per dirottare gli utenti Android dai servizi dell’ecosistema di Google verso il social network di Menlo Park.

L’home screen è l’anioma dello smartphone. La controllate 100 volte al giorno, così noi vogliamo realizzare la migliore esperienza per ogni persona su loro smartphone Android” ha aggiunto. Per ricevere i messaggi, c’è una funzionalità: Chat Heads: un messaggio sarà notificato con la foto di chi l’ha scritto che appare in alto a destra. L’utente può aprirli e rispondere oppure ignorarli, ma la chathead (la faccina) rimarrà dov’è finché non decidete esplicitamente di eliminarla.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore