Filierasicura blinda infrastrutture e Industria 4.0

Strategie
Dedagroup e Moxoff, partnership nel banking e Industria 4.0
0 0 Non ci sono commenti

Il progetto Filierasicura sostenuto da Cisco e da Leonardo, in qualità di partner,ed è guidato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI e coinvolge otto università e centri di ricerca italiani

Prresentato dal CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica), il progetto Filierasicura vede fra i suoi partner Cisco. L’iniziativa mette in sicurezza infrastrutture e Industria 4.0. Filierasicura è un progetto di ricerca triennale per rendere la filiera industriale italiana e le nostre infrastrutture più sicure nei confronti degli attacchi informatici. Il progetto è sostenuto da Cisco e da Leonardo, in qualità di partner,ed è guidato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI e coinvolge otto università e centri di ricerca italiani. Si tratta del Centro di ricerca di Cyber Intelligence e Information Security della Sapienza di Roma, IMT di Lucca, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università di Napoli Federico II, Università di Genova, Università di Trento e Università di Venezia Ca’ Foscari, e due grandi aziende come Cisco Systems e Leonardo, nel ruolo di finanziatori e di fornitori di materiali, skills e casi reali sui quali testare le competenze.

Filierasicura blinda infrastrutture e Industria 4.0
Filierasicura blinda infrastrutture e Industria 4.0

Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia, ha commentato: “Un paese che voglia sfruttare al cento per cento le opportunità dell’innovazione digitale deve considerare la cybersecurity come un punto di partenza. La sicurezza è una questione che riguarda tutti: le tecnologie che oggi sono disponibili fanno di ogni azienda o infrastruttura un’azienda o infrastruttura digitale. Partecipare a Filierasicura per noi significa investire sul futuro dell’Italia, per proteggere ciò che le permette di crescere. Lo facciamo condividendo le nostre competenze con gli straordinari talenti del nostro mondo accademico e di ricerca, e con i partner che ci affiancano e affiancheranno in futuro nel progetto”.

Il progetto ha l’obiettivo di offrire nuove metodologie, tecniche e strumenti per proteggere le infrastrutture critiche nazionali (quali per esempio le reti elettriche ed idriche) e le aziende del Paese dai cyber-attacchi. L’approccio mette in conto la crescente complessità legata anche al processo di trasformazione Industria 4.0: una complessità che viene spesso usata per condurre attacchi informatici di forte impatto economico. Ma le infrastrutture critiche rivestono un ruolo nel sostenere la crescita di un Paese, dunque devono essere blindate. E’ imperativo garantire la sicurezza di tutti gli “anelli della catena” della filiera.

Filierasicura si farà carico di tutti gli aspetti della sicurezza, spaziando dai componenti hardware al software, dal monitoraggio all’analisi dei malware, dal cloud alle piattaforme industriali, per poi sperimentare i risultati in una smart grid elettrica attiva, un ambiente pilota presso la sede di Savona dell’Università di Genova.
L’iniziativa è aperta all’ingresso di nuovi partner attivi nei diversi settori dell’industria e delle infrastrutture critiche, che potranno presentare casi d’uso mirati.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore