Finanziamento del software, le aziende preferiscono il SaaS

Strategie

Le aziende si orientano sempre più verso soluzioni di Software as a Service e il noleggio permette di risparmiare sull’investimento per l’utilizzo delle applicazioni

L’application service provider (Asp) è un provider che fornisce una connessione al cliente con il proprio data-center. Tale connessione permette al cliente di utilizzare attraverso la rete su cui viaggia tale connessione applicativi informatici. I vantaggi sostanziali di un tale tipo di servizio si ritrovano in un risparmio di costi da parte del cliente che dovrà pagare esclusivamente la connessione ai server dell’erogatore del servizio, mentre il pagamento delle licenze dei programmi ed i costi di manutenzione dell’hardware spettano a quest’ultimo.

Il termine Asp è stato rimpiazzato dal concetto di Software as a service (SaaS) che ha cominciato a circolare nel 2000. Con questo termine si indica un modello di distribuzione del software applicativo dove un produttore di software sviluppa, opera (direttamente o tramite terze parti) e gestisce un’applicazione web che mette a disposizione dei propri clienti via internet. I clienti non pagano per il possesso del software bensì per l’utilizzo dello stesso. Essi utilizzano il software tramite API accessibili via web, spesso come Web Services o REST.

La differenza sostanziale tra ASP e SaaS va ricercata nel fatto che le piattaforme ASP eseguono di norma una applicazione in uno spazio dati comune, mentre il modello SaaS crea una sola istanza del software, a differenza dell’architettura multi-tenant nella quale troviamo tante macchine virtuali quanti sono i clienti, ma ognuno dei clienti gode di uno spazio dati separato.

In relazione alle dinamiche con le quali viene proposto oggi il software, in particolar modo attraverso le due enunciate modalità ASP e SaaS, anche le soluzioni finanziarie si sono adeguate con proposte decisamente innovative.

Il noleggio del software in modalità Pay-per-Use è sicuramente una di queste. Tale prodotto finanziario rappresenta sempre più un’alternativa all’acquisto poiché incontra le esigenze delle aziende assicurando loro massima flessibilità, assistenza tecnica ed una significativa riduzione del carico finanziario.

Con il noleggio del software non si acquista un bene, ma si sottoscrive un vero e proprio servizio “chiavi in mano”, disponendo dei servizi di assistenza e aggiornamento inclusi nel canone. Al termine del contratto, inoltre, è possibile riscattare il software oppure decidere di non utilizzarlo più. Consente quindi di valutare il software con un investimento minimo, di rateizzare tale investimento, di detrarre fiscalmente l’intera somma o anche aggiungere una o più licenze per smaltire un lavoro extra.

Il noleggio del software è un prodotto finanziario che trova oggi più che mai una grande fortuna poiché permette di eliminare i problemi legati all’acquisto e alla gestione del software: è il Fornitore che gestisce il software scelto dal Cliente, occupandosi anche della consegna e dell’ installazione, della manutenzione, delle ore necessarie alla spiegazione dei programmi, dell’up-grade tecnologico e della gestione di ogni aspetto.

Sono anche altri gli aspetti che rendono il noleggio la soluzione ottimale per tante aziende. Innanzitutto, permette di pianificare e calcolare i costi relativi alla gestione del software, risparmiando tempo ed abbreviando le procedure amministrative e burocratiche ed evitando gli inconvenienti legati alla proprietà di un software, primo fra tutti la costante perdita di valore del prodotto. E’ possibile infatti aggiungere nel corso del contratto dei moduli od accessori al software principale rendendolo così sempre aggiornato ed adeguato alle eventuali mutate necessità di utilizzo che fossero emerse successivamente senza dover far nascere un nuovo contratto ma semplicemente adeguando quello originariamente posto in essere.

Con il noleggio del software si può usufruire del trattamento fiscale previsto per il noleggio che non obbliga ad una durata minima contrattuale stabilita per legge o all’ammortamento quinquennale come nel caso della proprietà del bene. Inoltre non è previsto il pagamento dell’Irap sul canone e il contratto di noleggio del software non viene censito in Centrale Rischi Finanziari.

Esistono molteplici modalità di noleggio del software, studiate appositamente per le diverse esigenze dei diversi target di clientela poiché si adatta ai vari aspetti del mercato: a questa soluzione possono infatti ricorrere sia le piccole e medie imprese che le grandi organizzazioni, fino agli enti locali e agli organismi della pubblica amministrazione, per non parlare di istituti scolastici, università ed enti di ricerca.

In conclusione, noleggiare il software si traduce nella possibilità di usare un prodotto in affitto, senza investimenti di capitale ma spalmando il costo su più esercizi in funzione anche dell’effettivo utilizzo del prodotto. Il noleggio del software è, in sintesi, la soluzione più completa, comoda e flessibile per la gestione del software dal punto di vista economico, amministrativo e fiscale. Significa cogliere della tecnologia i soli vantaggi senza gestirne minimamente la complessità.