G Data: dal 1 dicembre 2010 al via il programma di canale

Strategie

Fabrizio Testa, managing director  G Data Italia, descrive in questa videointervista le due anime della società, btob e btoc, e anticipa i contenuti del programma di canale 2011 che partirà il prossimo 1 dicembre con l’obiettivo di reclutare 200 partner entro fine anno

Partirà il 1 dicembre 2010 il nuovo programma di canale di G Data. Un programma che fa seguito alla commercializzazione, quest’anno nel nostro paese, di antivirus ed end point protection.

La data del 1 dicembre 2010 è la start up del programma di canale a livelli che ha come scopo quello di ottenre una capillarità sul territorio e arrivare ad avere almeno 200 partner in carniere entro la fine di quest’anno”. E’ questo quanto spiega Fabrizio Testa,  managing director  G Data Italia, in questa videointervista a Itweb.tv
La parte importante di questo programma – spiega Testa – è la fidelizzazione perché siamo entrati dopo altri nel mondo del canale. Abbiamo così previsto tre livelli di partnership: il livello più basso è quello degli authorized reseller, per passare al livello intermedio dei Certified partner e il livello più alto sono gli enterprise partner”.

Fabrizio Testa,  managing director  G Data Italia

I reseller autorizzati hanno a disposizione l’intera gamma di prodotti e gli strumenti marketing per presentare soluzioni personalizzate. I partner certificati contribusicono alla diffusione e sviluppo del marchio su territorio, Questi partner potranno usufruire di strumenti e fondi marketing pensati e creati per le aziende. “Il livello su cui puntiamo – prosegue Testaè quello legato al mondo enterprise e, in questo ambito, fanno parte i partner che hanno professionalità conoscono il territorio e sappiano lavorare con i propri clienti in termine di qualità e valore aggiunto”.

G Data, tra i procesi di fidelizzazione, ha in mente un proceso di comunicazione in automatico dei rinnovi, rinnovi che saranno gesrtiti dal partner. “Il processo di fidelizzazione è uno dei fattori critici e per il rinnovo abbiamo pensato che il modo più semplice fosse quello di agire sul software. Per cui una volta che il partner ha un rapporto di sinergia con noi potrà fornire al cliente un prodotto che a scadenza potrà rinnovare il software senza intervento umano attraverso un link. Tuttavia, al partner suggeriamo l’ attenzione verso il cliente”, spiega Testa.

Il managing director svela un’altra novità.
“Stiamo realizzando un portale dedicato al mondo dei partner. Vogliamo portare il nostro know how a casa dei partner e quindi – spiega Testa –  ecco l’idea di un portale dedicato con informazioni di base avanzate, webinar e in un secondo step certificarli”, conclude Testa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore