Games Time chiude il 2012 con 25 punti vendita in Italia

News
Games Time Pavia - Fedele Daidone è Mattia Casagrande

Con l’obiettivo di arrivare a 50 punti vendita entro la fine del 2013, Games Time chiude l’anno con l’obiettivo di 25 punti vendita attivi in Italia

Games Time, la catena di punti vendita in franchising nel settore del gaming, ha chiuso il 2012 con 25 punti vendita attivi in Italia in quasi tutte le regioni. La catena di punti vendita in franchising nel settore del gaming Games Time (www.videogamestime.com) – che ha fatto il suo debutto sul mercato italiano nel giugno del 2012 con le prime aperture nel Lazio e  in Sicilia – ha ottenuto riscontri positivi dal mercato e oltre modo inaspettati, considerando la difficile congiuntura economica. “E ci sono ancora numerose richieste in trattativa – dichiara a questo proposito Fedele Daidone, General Manager di Games Timeche purtroppo sono in stand-by presso una serie di istituti di credito.  L’ostacolo maggiore per le nuove aperture è dato infatti dal sistema creditizio, che sta frenando lo sviluppo dell’economia”.

Games Time Pavia - Fedele Daidone è Mattia Casagrande
Games Time Pavia – Fedele Daidone è Mattia Casagrande 

Il successo della nuova catena – che ha previsto di arrivare entro la fine dell’anno a quota 50 negozi in Italia –  è dovuto a mix di fattori come l’ampio assortimento di videogiochi e accessori a listino sia nuovi che usati,  il livello minimo di investimento richiesto dall’affiliato per aprire il punto vendita e che non prevede fee d’ingresso, il format innovativo che prevede l’organizzazione all’interno dei punti vendita di tornei a squadre con la collaborazione di GTI – Gaming Team Italia e infine, non da ultimo, il team commerciale e marketing dell’azienda costituito da persone giovani e dinamiche.

Nel settore – precisa Daidone – ci sono già proposte consolidate ma il valore aggiunto di Games Time è quello di poter offrire ai gamers la casa dei propri sogni, un posto dove giocare e ritrovarsi con altri appassionati e collezionisti”.  Ciò è dimostrato dal profilo tipico degli affiliati, che vede nella maggior parte dei casi come soci dei punti vendita giovani coppie, gruppi di amici oppure genitori e figli tutti accomunati da una grande passione per i videogiochi.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore