Garita (AVM), la partnership con Eolo valorizza il portafoglio Fritz!

News
0 0 Non ci sono commenti

AVM cresce di circa il 30 percento nel nostro Paese e la collaborazione con i partner resta il fattore chiave. Al via una nuova partnership con Eolo, operatore di riferimento anche dove la banda larga di fibra e rame non arriva

“Il 2016 per AVM sarà ricordato, almeno fino al prossimo, come il migliore anno di sempre da quando siamo presenti qui in Italia”, è il primo commento di soddisfazione di Gianni Garita, Country Manager AVM Italia, incontrato in occasione di Smau 2016, che conferma come il nostro Paese resti nettamente il primo mercato per i prodotti AVM dopo la Germania, sia come fatturato, sia come potenzialità. Il piano per la banda larga certo ha contribuito alla crescita di AVM, tanto quanto il segmento B2B, Garita vuole sottolineare la “forte crescita, espansione e possibilità di business sui diversi canali”.
Il gruppo complessivamente nel corso del 2015 ha cubato 400 milioni, saranno molti di più nel 2016 e, dettaglia Garita, “in Italia il fatturato è cresciuto anno su anno di oltre il 30 percento”. Un numero assolutamente importante.

Gianni Garita
Gianni Garita – Country Manager AVM Italia

I fattori che hanno determinato questo risultato secondo Garita è stato il lavoro intenso con Esprinet e Ingram, la partnership con Focelda (distribuzione di tutti i prodotti della linea Fritz!), l’apertura della partnership con Brevi per il cash and carry, sono state determinanti. Nel cash and carry AVM segue il canale con grande attenzione attraverso webinar, supporto veloce via email, social e telefono, compresi i progetti diretti con l’engineering tedesco. AVM si focalizza ora con intensità anche nei mercati del nord, nel Benelux, ma anche in Polonia e in Spagna (recente l’apertura di Austria e Svizzera).

Con l’espansione della banda larga è assolutamente d’attualità affrontare il tema della proposta da parte delle telco del router con il proprio brand. Garita: “Con la forte espansione della banda larga gli operatori impostano il proprio router con i parametri predefiniti per internet e telefonate IP, e sì, è una criticità, ma abbiamo già visto sulla rete mobile come sia l’apertura a portare maggiore innovazione e pensiamo che presto anche in Italia si affermi questo principio”.

Si tratta di una tematica già affrontata in Germania dove dal 1 agosto è stata tolta questa sorta di ‘blocco‘. In pratica l’utente ad oggi no ha alcuna possibilità di configurare con un router alternativo la propria telefonia, ma può farlo solo con l’accesso a Internet. Deve utilizzare necessariamente il router dell’operatore per il collegamento della voce, e volendo poi può utilizzare in cascata un modello di preferenza. Non dovrebbe essere così.

Garita tuttavia sottolinea come il mercato degli operatori resti fondamentale: “La collaborazione è importantissima, abbiamo intensificato la nostra partnership con Wind, Infostrada, con Telecom Italia e recentemente anche con Eolo che valorizza la proposta Fritz!”.

Fritz!Box 4020
Fritz!Box 4020

Eolo con la sua rete privata wireless fissa a banda ultra-larga in Italia vanta oltre 220mila clienti tra residenziali e aziendali e ha scelto FRITZ!Box 4020 per le qualità in copertura e stabilitá della wireless LAN integrata.

Nel portafoglio AVM, gli accessori come i repeater cubano circa il 30 percento e all’orizzonte AVM pensa di vedere una crescita ulteriore della proposta in ambito VDSL (a IFA AVM ha presentato la propria soluzione multi user MIMO con 8 antenne). Per il 2017 (già lanciato in Germania) arriverà anche qui un’ulteriore proposta in questo ambito.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore