Gartner vede social, mobile, cloud e dati nel 2013 delle aziende

News
facebook, social@shutterstock

Social networking, comunicazioni mobili, cloud computing e IT stanno mettendo sotto pressione le aziende a livello globale, per modificare i processi business in maniera radicale. Le previsioni di Gartner per il 2013

La società di analisi Gartner ha rivelato le tendenze del 2013 nei mercati verticali per le aziende e gli utenti IT. Social networking, comunicazioni mobili, cloud computing e information stanno mettendo sotto pressione le aziende a livello globale, per modificare i processi business in maniera radicale. I decision-maker dell’IT farebbero bene ad usare a loro vantaggio le previsioni di  Gartner, per capire e rispondere al “gruppo di forze” che sta trasformando in modo imponente, e pervasivo, molte industrie. Le previsioni di quest’anno della società di analisi s’intitolano infatti “Top Industry Predicts 2013: The Nexus of Forces Will Drive Massive Transformation in Many Industries“.

Fra il 2013 e il 2015 varie forze concorreranno a cambiare i processi di business, in modo da rimodellare le industrie coinvolte. I social network, il Mobile, cloud computing  e l’informazione saranno i fattori-chiave nel guidare le trasformazioni in atto. Ad essere sfidati saranno modelli e processi di business, che apparivano consolidati. Molte industri si dovranno aprire alla competizione, ma dovranno anche affrontare minacce. Ecco una sintesi delle 14 previsioni che potrebbero essere di grande utilità a CIO, senior business manager e IT leader.

Entro il 2016 tre case automobilistiche offriranno tecnologie per auto che si guidano da sole. Entro il 2015, la creazione e lo scambio di denaro non-tradizionale abiliterà 125 milioni di persone per participare all’economia globale mainstream. Entro il 2016, i pazienti rischieranno fughe di dati medici su dispositivi elettronici. Entro il 2016, i governi nazionali richiederanno istituzioni per abbandonare i registri studenteschi in favore di CV ridisegnati, secondo i princìpi taglia-costi della spending review, basati sull’analisi dei Big data.

Entro il 2015, quintuplicherà l’uso dei processi di linguaggio naturale (NLP) nei grandi ospedali (HDOs) di lingua inglese: a trainare l’NPL saranno la documentazione, il coding, i report sulla qualità e la ricerca. Da qui al 2015, per evitare di diventare pure fabbriche di transazioni, le “payer organization” (vedi assicurazioni sanitarie negli USA eccetera) di successo si trasformeranno, utilizzando l’integrazione delle informazioni come fattore di differenziazione competitivo.  Entro il 2016, metà degli utenti di utility avrà accesso a dati standardizzati di uso dell’energia, ma li utilizzerà solo il 20%. Prima della fine del 2014, le assicurazioni pay-as-you-drive cresceranno in modo significativo, fino a detenere il 10% del premio annuale delle assicurazioni auto. Da qui al 2017, più del 50% dei media venduti dalle agenzie agli inserzionisti avrà un prezzo basato sulle performance.

Entro il 2014, meno del 2% degli utenti consumer a livello globale adotteranno pagamenti mobili basati su tecnologia Near Field Communication (NFC). Più del 50% della PA che offrirà servizi cloud computing entro il 2015 cesserà o scalerà indietro entro il 2017. Entro il 2015, il 50% dei produttori di beni consumer Tier 1 investirà in startup tecnologiche per maintanere l’accesso alla tecnologia emergente business-to-consumer (B2C). Entro il 2014 la spesa per il software enterprise aumenterà del 25% come consequenza della proliferazione di smart operational technology (OT). Da qui al 2016, almeno il 25% di produttori adotterà la stampa 3D per produrre parti di prodotti da vendere o servizi. Infine si intensificheranno anche le richieste dei regolatori in merito all’affidabilità del cloud e ai modelli di distribuzione dell’Open IT.

Le previsioni di Gartner per il mercato IT nel 2013 @ shutterstock
Le previsioni di Gartner per il mercato IT nel 2013
Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore