Google sprona a pensare mobile

News

Dati interessanti per sviluppatori e aziende sono stati presentati da Google nel corso di ThinkMobile, il primo evento dedicato all’ecosistema mobile a Milano

Soprattutto aziende e sviluppatori dovrebbero ragionare sui dati che ieri Google ha rilasciato a Milano, nel corso di ThinkMobile, il primo evento Google dedicato all’ecosistema che gravita attorno al mondo mobile. Dati, raccolti in una ricerca realizzata da Ipson MediaCT nel luglio 2011, che mostrano come siamo “in una rivoluzione talmente veloce – afferma  Paola Scarpa, Industry Leader di Google Italyche viaggia con crescite del 52% anno su anno, che non può essere sottovalutata. L’esplosione degli smartphone ha avuto come alleato importante quest’anno Android e nel 2011 gli smartphone supereranno i cellulari tradizionali”.

Uno scenario che porterà con sé la crescita inevitabili di acquisti via mobile (l’M-commerce), di ricerche da smartphone per avere informazioni veloci, ma anche di strategie legate al business da parte delle aziende che valuteranno la realizzazione di siti e campagne appositamente studiati per la mobilità. “Lo smartphnoe sta diventando – incalza Scarpa – uno strumento di business che può accompagnare ogni clienti nel processo di acquisto, per questo le aziende lo devono valutare”.

Il peso delle Apps è in crescita – sia quelle gratuite che si alimentano grazie alla pubblicità inserita,  sia quelle a pagamento – e si stima che nei prossimi 12 mesi l’utilizzo delle Apps si incrementerà del 39%. “C’è un mercato di clienti già pronti per utilizzare le Apps e per valutare anche acquisti tramite cellulare. L’advertising mobile aiuta le aziende a farsi trovare perché i dati dimostrano che il 72% dei clienti di smartphone italiani nota la pubblicità sul telefonino”. Da qui,  tutti gli aspetti correlati da implementare per sviluppatori e aziende, a partire dai QRcode fino a strategie chiare di M-commerce.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore