Gruppo Esprinet bene i ricavi e affinamento su accessori per la mobility e sul cloud

News

Gruppo Esprinet chiude il primo trimestre 2013 con ricavi netti consolidati pari a 492,5 milioni di euro, in crescita dell’1% rispetto al primo trimestre 2012. Sul fronte ricavi, Spagna e Italia hanno realizzato buoni dati. Nel 2013 consolidamento su accessori per mobility device, cloud e premi ai clienti sul fronte del merito al credito

Gruppo Esprinet chiude il primo trimestre 2013 con ricavi netti consolidati  pari a 492,5 milioni di euro, in crescita dell’1% rispetto al primo trimestre 2012.

Il consiglio di amministrazione di Esprinet ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2013. Anche il margine commerciale lordo consolidato è cresciuto dell’1% ed è pari a 33,1 milioni di euro. L’Ebit consolidato è pari a 7,6 milioni di euro in flessione del 14% rispetto al primo trimestre 2012.

L’utile ante imposte consolidato, pari a 6,9 milioni di euro è diminuito del 16% rispetto al primo trimestre 2012 evidenziando una diminuzione dell’incidenza sui ricavi. Infine, l’utile netto consolidato scende a 4,4 milioni di euro da 5,4 milioni, con una riduzione del 18% per effetto di un maggior tax rate. Il patrimonio netto consolidato al 31 marzo 2013 ammonta a  244,5 milioni di euro, in aumento di 4,6 milioni rispetto a 239,9 milioni di euro al 31 dicembre 2012.

In uno scenario di perdurante debolezza dei consumi interni in tutta l’eurozona e in particolare nei mercati geografici in cui il Gruppo Esprinet è presente, il management della società proseguirà in un processo di mantenimento della propria quota di mercato facendo leva su iniziative commerciali di fidelizzazione dei clienti, senza togliere l’attenzione a politiche di forte prudenza riguardo alla protezione della qualità del proprio portafoglio crediti e delle scorte di magazzino.

Sotto il profilo commerciale gli sforzi nei mesi a venire, fa sapere la nota della società, saranno concentrati nell’affinamento della “product line”, specie con riferimento al comparto degli accessori per “mobility device” ed al rafforzamento della gamma dei servizi intermediati e dell’offerta “cloud”. Particolare focus sarà inoltre posto sulle relazioni di natura complessa con i clienti attraverso l’utilizzo di strumenti di “performance management” per la gestione e ottimizzazione delle modalità di interazione commerciale. Saranno premiati i clienti migliori sotto il profilo del merito di credito e a promuovere servizi di natura finanziaria abilitanti rispetto al business.

Infine, in un settore che sta attraversando una fase di consolidamento, il Gruppo rimane attento rispetto alle opportunità che questo saprà offrire nel prosieguo dell’esercizio confidando in uno scenario più favorevole dal punto di vista dei mercati di sbocco. rete d'impresa

Per quanto riguarda l’Italia e la Spagna, prese singolarmente, il consiglio di amministrazione ha affermato che l’Italia ha realizzato ricavi netti verso terzi a 388 milioni di euro, in linea con 389,5 milioni realizzati nel primo trimestre 2012; il margine commerciale lordo è pari a 27,9 milioni di euro e presenta un miglioramento dell’1% rispetto a 27,7 milioni del primo trimestre 2012; l’Ebit è pari a 6,8 milioni di euro, in diminuzione del 15% rispetto allo stesso periodo del 2012 e la posizione finanziaria netta al 31 marzo 2013 evidenzia un surplus di liquidità pari a 46,1 milioni di euro e si confronta con un surplus di 81,7 milioni di euro al 31 dicembre 2012.

In Spagna Esprinet ha registrato ricavi netti pari a 116,7 milioni di euro, in aumento del 7% rispetto al primo trimestre del 2012; il margine commerciale lordo pari a 5,2 milioni di euro, in aumento del 2% rispetto allo stesso periodo del 2012; la posizione finanziaria netta al 31 marzo 2013, negativa per 49,7 milioni di euro, si confronta con un dato di indebitamento finanziario netto di 20,6 milioni di euro al 31 dicembre 2012.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore