Hp EliteBook Folio 1040 G1, ultraleggero con spiccata vocazione aziendale

Prodotti

Hp EliteBook Folio 1040 G1 è un ultraportatile di classe, ideale per le aziende. Disponibile in un buon numero di configurazioni si propone sul mercato con un prezzo elevato. Punto di forza la fattura complessiva, manca il lettore di schedine SD a vantaggio di quello per le microSD degli smartphone

In casa Hp, EliteBook Folio 1040 G rappresenta la punta di diamante tra i laptop per lavorare, quando si bada a dimensioni e peso ridotti. In questo senso Folio 1040G è il top della proposta e Hp lo qualifica come il “notebook più sottile” del portafoglio con i suoi 1,59 cm di spessore. Allo stesso tempo EliteBook Folio 1040 G integra tutte le tecnologie di sicurezza ricercabili in un sistema da inserire tra le risorse aziendali, per i lavoratori in mobilità. Alla portabilità sono associate buone caratteristiche di resistenza, tra cui quella agli schizzi sulla tastiera, che è anche retroilluminata.

Hp Folio 1040 G1_fronte
Hp Folio 1040 G1

A prima vista Hp EliteBook Folio 1040 G si presenta con il suo elegante chassis con il coperchio in lega satinata grigio scura e la base in policarbonato. All’utente non sono accessibili i componenti interni, vero pure che Elitebook Folio 1040 G è disponibile in un gran numero di modelli, con diverse configurazioni. Sarà bene pertanto scegliere subito quella più adatta alle proprie esigenze. Invece sono ottime le possibilità di espansione immediata per esempio sulla scrivania dell’ufficio, tramite le interfacce disponibili, o anche con una docking station.

Questo Ultrabook infatti supporta l’inserimento di una docking station, ma anche di connettori ad hoc da acquistare a parte e collegare attraverso la porta dedicata posta sul profilo destro,  appena dopo il connettore di alimentazione (come mostrato nello slideshow). Direttamente senza accessori come porte di espansione sono disponibili appunto: connettore di alimentazione, porta dedicata per docking station e accessori (HP UltraSlim6), display port, USB 3.0, presa minijack per cuffie e microfono, slot per micro Sim (utilizzabile sui modelli dotati di connettività LTE/3G). Sul profilo sinistro invece sono disponibili una porta USB 3.0, il lettore di schedine di memoria microSD, il lettore di smart card. Non è presente invece il lettore di schedine SD, una vera iattura, anche pensando di utilizzare l’accessorio di espansione che nella confezione è previsto di serie ma per la connettività di un display VGA e della presa Ethernet.

EliteBook Folio 1040 G1_ProfiloSin

Sul piano di appoggio con disposizione su sei righe si fa notare l’ottima tastiera resistente agli spruzzi di liquidi (questo notebook si è sottoposto ai test MIL-STD-810G) e l’ampio touchpad leggermente decentrato. Non abbiamo rilievi di sorta da fare sulla sensibilità del touchpad, quanto piuttosto sul feedback al clic con il tasto destro. Nelle intenzioni del produttore c’era la ricerca dell’eleganza e quindi eliminazione dei tasti sinistro e destro corrispettivi nel mouse, il risultato raggiunge l’obiettivo solo a metà. Mentre Lenovo infatti (per esempio su Lenovo X1 Carbon) ci è riuscita lasciando comunque un buon feedback sull’azione compiuta all’utente.  Il touchpad di Hp permette di raggiungere lo scopo solo nella parte di touchpad più lontana dalla tastiera, e con una corsa di pressione talmente minima da lasciare qualche incertezza all’utente. Qualcosa di meglio si poteva fare anche a livello di tastiera, con i tasti magari modellati e un feedback alla pressione più convincente. Si badi, sono note dettate in parte dalle abitudini personali che probabilmente sono assuefatte al meglio. Nulla certo in grado di inficiare l’utilizzo. Sul touchpad invece siamo proprio convinti si potesse fare di più. Questo modello inoltre è dotato di lettore di impronte digitali.

Ultimo, ma assolutamente molto importante. EliteBook Folio 1040 G è disponibile sia con il pannello da 14 pollici di diagonale SVA piatto HD+ antiriflesso con risoluzione 1600×900, sia con il pannello migliore con risoluzione 1920×1080 FHD antiriflesso slim UWVA, che è quello in dotazione per la nostra configurazione. Non è un pannello touch però. Per questo è una grande fortuna che Folio 1040 G arrivi con preinstallato Windows 8.1 Pro e quindi anche tutte le comodità date dalla possibilità di avviare immediatamente il computer con il desktop in primo piano. Comunque anche in questo caso sarà il cliente a poter scegliere la commessa eventualmente con Windows 7.

EliteBook Folio 1040 G1, specifiche tecniche hardware e software

Il modello di EliteBook Folio 1040 G che abbiamo in prova è equipaggiato con il processore Intel Core i7-4600U e risorse grafiche date da Intel HD 4400 (2,1 GHz, 4 MB di cache, 2 core), sono disponibili 8 Gbyte di Ram DDR3 e questa è la Ram massima disponibile, ma si badi che il produttore ha optato per la scelta di 4 Gbyte integrati direttamente sulla motherboard con l’aggiunta di 4 Gbyte nell’unico slot di espansione,  256 Gbyte è la capacità del disco SSD. Per quanto riguarda il comparto networking, gli amministratori di sistema prestino attenzione perché le configurazioni sono quanto mai variegate e, come spesso accade, non è sufficiente per esempio vedere la disponibilità del comparto per la Sim per essere certi che sia abilitato il chipset. In questo caso il nostro laptop porta in dotazione la connettività WiFi n e Bluetooth 4.0 (ma è disponibile anche con supporto WiFi AC in altre configurazioni). Non è presente il chipset HP hs3110 (Hspa) o HP lt4112 (Lte/Hspa) con Gobi 4G Mobile Broadband. La batteria integrata è a 6 celle da 60 watt per ora. Per chi le desiderasse connettività integrata WWAN 3G e LTE sono disponibili per esempio sul modello H5F66EA, il più vicino al nostro F1N10EA, con una differenza di prezzo di circa 100 euro.

La portabilità di questo laptop deve fare i conti con l’integrazione ottimizzata di tutti i componenti. Certamente non è questo un laptop che permette la sostituzione di Ram e batteria in velocità. Anche a questo bisogna fare attenzione in fase di acquisto.

E’ questa l’occasione anche per una prima valutazione sui costi. Questa specifica configurazione (F1N10EA) costa a listino circa 2800 euro (Iva inclusa). Nel complesso ci sembra un prezzo importante, per il quale ci saremmo attesi qualche cosa in più. Certamente almeno l’accessorio per la lettura di schede di memoria SD, certamente anche la connettività 4G. E’ vero che ancora non è stata considerata la dotazione di software Hp per la sicurezza aziendale, ma si tenga presente che, per queste cifre, la concorrenza di Lenovo, e non temiamo di fare nomi, mette in campo i propri modelli ThinkPad X1 Carbon, che a nostro avviso rappresentano un punto di riferimento. Per non parlare di quanto alla fine anche Apple è in grado di offrire a questo prezzo. Facciamo un esempio immediato, ma che offre bene la percezione del valore. Per lo stesso prezzo MacBook Pro è disponibile con la Cpu i7 a 2,8 GHz, 16 Gbyte di Ram, ovviamente Retina Display e 1 Terabyte di unità storage flash PCIe.

EliteBook Folio 1040 G1, le prestazioni e il giudizio

Dal punto di vista delle prestazioni i nostri benchmark PC Mark 8, aggiornati alla versione 2.02 si sono fermati a 3018 come punteggio Work e a 2484 come punteggio Home, con un’autonomia della batteria utilizzata secondo le impostazioni consigliate di risparmio energetico di default superiore alle 6 ore di utilizzo continuato, nel normale lavoro d’ufficio. Non a caso sono valori prestazionali molto, molto vicini a quelli di EliteBook 840 G1, ma già sensibilmente inferiori invece, per fare un esempio, alle performance di Asus Zenbook UX301 LA, un altro ultraportatile di eccellenza, con un prezzo di non poco inferiore. A badare solo alle prestazioni, in relazione al prezzo, non è certo prioritaria una scelta di questo tipo con EliteBook Folio 1040 G1. Per quanto riguarda le soluzioni software integrate, a livello di protezione del Bios dagli attacchi, anche questo laptop integra Hp Sure Start e BioSphere.  E’ su questo secondo tool che vogliamo concentrarci perché permette configurazione, ripristino, e aggiornamento del Bios in cloud direttamente dalla propria rete aziendale o da hp.com.

Queste soluzioni rientrano già nel cappello Hp Client Security di Hp, in cui sono compresi anche i sistemi per la crittografia del disco fisso, i tool per l’accesso sicuro a device e rete aziendale e il sistema di sicurezza per la cancellazione dei dati immediata nel caso in cui viene rubato il notebook (Hp Secure Erase); ultima, ma particolarmente interessante, la possibilità di proteggere i dati consentendo l’accesso solo ai contatti predeterminati, con Hp Trust Circles che ha questo nome perché in pratica permette di assegnare a una cerchia di contatti predeterminati l’accesso a file sensibili di una cartella. Nel complesso pensiamo che questa proposta di Hp sia di ottimo livello per fattura complessiva, buona nelle prestazioni, senza stupire per durata della batteria e ergonomia complessiva, comunque buona.

Hp Trust Circles
Come lavora Hp Trust Circles

Avremmo gradito la disponibilità di serie nella confezione di più accessori a un prezzo decisamente più basso. Folio 1040 G1 a seconda dei modelli è disponibile infatti a partire da 1.400 euro. La nostra configurazione però sul sito Hp a listino costerebbe circa 2800 euro. Per fortuna online si trova anche a molto meno. Buona idea sarebbe stata anche quella di fornire una configurazione direttamente sul sito di HP Italia con almeno una distribuzione Linux preinstallata, proprio considerato l’ambito di utilizzo. Configurazione peraltro prevista sul corrispettivo sito americano con SuSE Linux Enterprise o FreeDOS 2.0.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore