Hp lancia la Strategic and Growth Initiatives per i partner

Strategie
Alessandra Brambilla, Hp

Dal 1 novembre Hp ha selezionato platinum e alcuni gold partner coinvolti da fondi marketing ad hoc e business plan condivisi. L’iniziativa risponde alle tre parole chiave, o pillar, che Hp vuole lasciare al proprio canale distributivo: semplificare, profittevole e prevedibili

Dal 1 novembre parte la Strategic and Growth Initiatives per i partner Hp. La novità sta nel fatto che Hp ha selezionato un numero di partner specifico e di altissimo profilo, coinvolgendoli attraverso fondi marketing ad hoc e business plan condivisi. Tutto questo risponde alle tre parole chiave, o pillar, che Hp vuole lasciare al proprio canale distributivo: Semplificare, profittevole e prevedibili.

Un canale che, dopo gli annunci di febbraio scorso di Meg Whitman, ceo di Hp, e ribaditi al più recente Discover 2013, riscoprirà una rinnovata importanza. Innanzitutto si tratta di un terzo ‘pillar’, quello che partirà dal 1 novembre 2013, su cui si basa la nuova strategia che Hp sta adottando sul canale che vede, ogni sei mesi, annunciare pezzetto dopo pezzetto una nuova realtà, una realtà che ha il sapore dell’evoluzione e non della rivoluzione, così deve essere per Alessandra Brambilla, Vp Emea Hp Enterprise Group channel partners & Sbm business. La novità principale di quest’anno è il cambiamento per schemi di compensazione che ha riguardato tutti i partner di Hp indipendentemente dalla business unit di appartenenza. “Step by step abbiamo annunciato i tasselli delle novità che hanno riguardato il Partner One che si rifanno ai tre pillar: semplificazione, profittabilità e prevedibilità” – spiega Brambilla. “Sulla compensazione andrà in vigore per tutti i business partner indipendentemente dalla unit Hp di appartenenza nella stessa modalità, ossia potranno accedere alla compensation dal primo dollaro che i partner venderanno per Hp. Tutto questo prenderà il via dal 1 novembre e saranno poi le singole business unit a declinare e focalizzare le attività sulle aree per loro più strategiche. Per l’enterprise saranno l’area wireless e le soluzioni storage di back up. Poi, nel Q2 introdurremo soluzioni di cloud e, di trimestre in trimestre, introdurremo altre specialità”, conferma Brambilla.

Alessandra Brambilla, Hp
Alessandra Brambilla, Hp 

Ma le novità per i partner non finiscono qui. Cambiano le denominazioni dei vari livelli di partnership: “Il top sarà il livello paltinum, poi il gold, i silver, i business partner e il resto– spiega – è la grande novità sta nel fatto che questa classificazione vale per tutto il mondo. L’uniformità e l’utilizzo di un branding facile da posizionare sul mercato ci consentirà di effettuare investimenti di marketing e, con le forze vendite creeremo valore sui brand e competenze per essere allineati con i partner”.

Da domani si aggiunge un’ulteriore novità perché alcuni investimenti in fondi di marketing e co-marketing non saranno per tutti i partner. “Solo i platinum e i gold potranno beneficiare di questi investimento e del lavoro con la forza vendita, il tutto finalizzato a generare la domanda sulla compensation e i rebate sulle vendite ai partner per le vendite relative ad Hp e sulle new business opportunity. A queste aggiungiamo un terzo livello di compensation definito Strategic and Growth Initiatives. Si tratta di un livello aggiunto rispetto al già percepito ed è riservato a un numero ancora limitato di partner: i platinum e alcuni gold”, spiega Brambilla. “Con loro identifichiamo iniziative strategiche sul mercato in cui vogliamo investire; selezioniamo i partner, e alla base un business plan congiunto con obiettivi di medio periodo: minimo di sei mesi per aiutare i partner stessi a verificare un ritorno su quanto hanno investito”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore