Hp resta nel mercato Pc

News

Niente spin off e abbandono dal mercato Pc per Hp. Meg Whitman, ceo della società, conferma le indiscrezioni delle scorse settimane

Niente spin off per i Pc di Hp. Il nuovo Ceo di Hp Meg Whitman conferma le indiscrezioni delle scorse settimane (non ci sarà lo spin off per i Pc di Hp) e sconfessa l’addio al  mercato Pc annunciato in pieno agosto dall’ex Ceo Leo Apotheker. Hp, primo vendor al mondo del mercato Pc, mantiene la divisione Pc ed anzi pensa a dare una nuova spinta ai tablet.

La mossa migliore per gli azionisti e gli utenti è che Hp rimanga nel mercato PC consumer e business, un mercato che quest’anno cresce sotto le attese, a causa della crisi economica e dei debitio sovrani, ma che tornerà a crescere dal 2012, trainato anche dal debutto di Windows 8, il nuovo sistema operativo di Microsoft nativo per tablet.

Gli analisti di ISI Group parlano di “commedia degli errori” di Hp, che annunciò lo spin-off della divisione Pc. A disorientare i mercati era la “crisi d’identità” di Hp, una crisi in realtà dettata soprattutto da una girandola di Ceo in pochi anni:  Leo Apotheker, che aveva annunciato il controverso spin-off della divisione Pc, è rimasto in sella solo 11 mesi dopo la cacciata di Mark Hurd (oggi top manager in Oracle).  C’è chi ha scritto che si trattava di un’operazione “spericolata” come se Boeing lasciasse il mercato degli aerei avvantaggiando la rivale Airbus. Come se Macdonald’s uscisse dal mercato degli hamburger.

La divisione dei Pc, nonostante le difficoltà del mercato Pc, nel 2010 ha fruttato ad HP ben 40 miliardi di dollari di ricavi. Secondo Gartner le vendite Pc dovrebbero però risvegliarsi alla fine del 2012, quando il mercato Pc totalizzerà 404 milioni di unità con un rialzo del 10.9% rispetto al 2011. Quest’anno invece sarà modesta la crescita del mercato Pc, a una sola cifra (al 3.2% nel terzo trimestre).

Rimanendo nel mercato Pc, Hp è meglio posizionata per negoziare i prezzi di chip e hard drives, usati sia nei PC che nei server. Secondo DisplaySearch (di NPD gruppo) ciò risulta utile soprattutto per i memory chip, i cui prezzi sono altamente volatili. Hp rimarrà comunque focalizzata su software e servizi, dopo l’acquisizione da 10.3 miliardi di dollari di Autonomy. Hp dovrà lavorare per posizionarsi meglio nel cloud-computing e per capitalizzare il fenomeno della consumerization dell’IT, la fusione fra tecnologie consumer e business. E Hp ripensa anche ai tablet: non solo i prossimi tablet con Windows 8 multitouch, ma anche i tablet WebOs.

Meg Whitman, Ceo Hp
Meg Whitman, Ceo Hp: niente spin off della divisione Pc
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore