Huawei fa slalom tra gli ostacoli di un mercato isterico

News
De grandis, Huawei

De Grandis (Huawei), affiliamo le armi nel segmento medio-alto degli smartphone con un’offerta completa per gli operatori e in open market. L’Italia fa molto bene nel contesto europeo con Uk e Germania. A breve l’annuncio di un nuovo smartphone con Windows Phone

L’annuncio di Huawei Ascend D1 Quad XL (449 euro, Android, quad core) è l’occasione per Huawei Italia di fare il punto sul nostro mercato. Ci pensa Daniele De Grandis, Executive Director Huawei Italia che esordisce: “Siamo a fine anno, è tempo di consuntivi anche per Huawei. L’Italia è mercato di riferimento per Huawei nel contesto europeo insieme a Uk e a quello tedesco. Sì, l’Italia è tra i tre mercati più importanti e questo grazie al focus italiano sugli smartphone, dove negli altri mercati invece la proposizione di prodotto che spicca è più sbilanciata sugli home gateway e sui prodotti legati al networking”.

La divisione smartphone di Huawei è parte del colosso delle telecomunicazioni, in competizione per quanto riguarda la leadership nelle infrastrutture con Ericsson. Il 50 percento dei suoi 150mila dipendenti,a livello worldwide, è impegnato nella ricerca e nello sviluppo e questo rivela il vero focus aziendale. Huawei esiste da poco più di dieci anni, è un’azienda giovane che anche per questo motivo è stata molto veloce ad aprirsi a diversi mercati.

Prosegue De Grandis: “E’ vero, pur essendo noi veloci, Huawei Ascend D1 Quad XL si è fatto attendere (era stato annunciato a Febbraio a MWC 2012, ndr), ma parlare di questo device permette di cogliere spunti per sottolineare alcuni aspetti di mercato. C’è una grande crisi nei consumi e si assiste anche a fenomeni di isterismo lato retail con continue offerte di prezzo che invece che favorire l’utente, generano incertezza. L’elettronica di consumo paga ora gravemente il clima di crisi, con un livello valore di vendite del tutto assimilabile a quello di otto anni fa”.

 

Daniele De Grandis
Huawei, Daniele De Grandis responsabile per l’Italia e la Svizzera

Insomma, il clima è di estrema ‘complessità’. Ma De Grandis chiarisce: “L’unica voce positiva in questo clima sono smartphone e tablet. Il focus è ancora crescente in questo settore, sta ancora crescendo il clima di competizione. Si percepisce un vero agonismo innovativo e con il nostro brand siamo riusciti comunque a fare molto bene, nonostante il nostro peccato originale di avere un brand relativamente ancora sconosciuto presso i consumatori. Abbiamo lavorato bene su questo e ora il brand anche nella Gdo è molto più riconoscibile”.

Un riscontro oggettivo è dato dal fatto che a inizio anno nessuno avrebbe forse scommesso che i prodotti Huawei potessero essere listati sia nel portafoglio prodotti di tutti gli operatori sia nel mercato retail – come invece è accaduto per esempio con Ascend P1. De Grandis: “Un anno pieno di sfide, ma anche di opportunità, nonostante il clima e presto arriverà anche un device nuovo su piattaforma Windows Phone”.

Le direzioni di sviluppo per Huawei nel comparto degli smartphone verteranno su: display più grandi a parità di prezzo, con un trend per gli smartphone che vedrà prodotti a partire da un prezzo di ingresso intorno agli 89 euro; il prezzo medio si assesterà sui 149-199 euro. In questo segmento assisteremo a uno scontro più acceso con gli altri vendor e lì arriveranno le maggiori novità. Huawei in questo 2012 ha ben lavorato inoltre sulla qualità dei display, e ancora di più sulla durata delle batterie. Alcuni suoi modelli sono punti di riferimento imbattuti a questo riguardo, anche rispetto a smartphone ben più blasonati.

A sottolineare l’attività febbrile nel segmento medio Huawei conferma la disponibilità in questi giorni nei punti vendita di Huawei Ascend G330 sia con Wind che in open market a 199 euro (4 pollici, dual core, android), è in arrivo Ascend G600 a 299 euro (4,5 pollici, android quad core), solo in open market. E’ in arrivo infine anche il tablet Media Pad 10 FHD con diagonale da 10 pollici (499 euro) su piattaforma Android, anche questo device solo in open market. Media Pad 10 FHD si distingue soprattutto per i materiali molto curati e un peso inferiore a quello di iPad. Huawei gestisce ancora oggi  il G300 con Vodafone e il P1 a 399 euro e il cavallo di battaglia Sonic. In fase di studio il nuovo listino con tutti gli operatori.

Huawei Ascend D1 Quad XL
Huawei Ascend D1 Quad XL

Nel 2013 Huawei lavorerà molto su social network e ancora sui punti vendita della Gdo, Huawei Italia mantiene viva l’osservazione sull’andamento del commercio elettronico sul Web, ma De Grandis è abbastanza prudente rilevando uno scollamento percentuale significativo sulla penetrazione degli acquisti online nel nostro Paese rispetto per esempio proprio a Uk e Germania.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore