Huawei, un programma per i partner enterprise

Strategie
Ma Yue, Vice Presidente Huawei Enterprise Business Group
0 2 Non ci sono commenti

Durante il Huawei Enterprise Partner Summit, tenutosi in occasione di Huawei Connect 2016, la società presenta il suo primo programma per fare crescere i partner nel mondo delle infrastrutture Ict business-driven. Nel cloud

Non solo nuove soluzioni cloud sono il fulcro degli annunci al Huawei Connect 2016 di Shanghai, in corso in questi giorni. Ma anche le strategie per portare questa offerta enterprise, pensata per la creazione semplificata di infrastrutture cloud (Cloud Fabric 5.0 con integrato Fabric Insight Refined Operations and Maintenance) alle aziende tramite partner qualificati, che supportino i clienti nella gestione dei progetti nella loro totalità. La logica che sottende agli annunci è quella di realizzare per i clienti infrastrutture ICT business-driven (nell’acronimo BDII), puntando su un approccio cloud ad alto valore aggiunto.

Huawei ha così  presentato ufficialmente, durante il concomitante Huawei Enterprise Partner Summit, il suo primo Enterprise Solution Partner Program, che porta avanti la strategia di affiancamento ai partner, grazie a un supporto costante da parte del vendor. Il programma, gestito dalla business unit Enterprise (guidata da Ma Yue, Vice Presidente Huawei Enterprise Business Group) mette a dipsposizioni Api, tecnici esperti e risorse dedicate nei laboratori.

Ma Yue, Vice Presidente Huawei Enterprise Business Group
Ma Yue, Vice Presidente Huawei Enterprise Business Group

All’interno del Summit, sempre in ambito cloud, Huawei ha reso nota l’innovativa Financial Cloud Solution, sviluppata congiuntamente con Infosys Finacle, per i settori finanziario e bancario che vogliono impostare progetti di digital transformation in ottica di rendere più sostenibile il TCO grazie a un set di prodotti che ottimizzano sistemi di core banking, online banking, mobile banking, Crm e gestione patrimoniale.

Due accordi che hanno, invece, nel mirino il mondo dell’Industria 4.0 sono stati siglati con Abb –  in ambito energia e automazione, per integrare le tecnologie Huawei One Air basati su LTE nei robot Abb e nelle soluzioni di automazione industriale –  e con con il gruppo francese Esii, nell’ambito della produzione industriale e dell’High Performance Computing. Un accordo quest’ultimo che ha diversi piani di collaborazione: l’integrazione di soluzioni di realtà virtuale nella piattaforma HPC di Huawei, per realizzare prototipi e accelerare il cico di produzione, e la realizzazione di due poli di innovazione, rispettivamente a Monaco di Baviera e a Hangzhou, in Cina.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore