I conti Esker funzionano grazie al cloud e all’internazionale

News

Esker chiude il 2010 con un fatturato in crescita del 19%, grazie al cloud computing e all’espansione internazionale

Il cloud computing e l’espansione internazionale fanno bene ai conti di Esker. La società, che si occupa di dematerialzizazione dei documenti, ha chiuso il 2010 con un fatturato di 32,7 milioni di euro, in crescita del 19% rispetto allo scorso anno.

Entrando nel dettaglio, l’82% del fatturato Esker Francia è stato realizzato con il modello SaaS (Software as a Service); le altre filiali Esker hanno avuto un trend simile, registrando un aumento del 56% nelle proprie attività on demand.
Con il 68% del fatturato realizzato al di fuori della Francia.

Nel 2010 Esker ha registrato a livello mondiale un incremento di fatturato: 10% negli Stati Uniti, 14% nella regione Asia-Pacifico e 18% in Europa (51% in Germania, 43% in Spagna e 19% in Francia).

Inoltre nel 2010 Esker ha rafforzato la propria presenza in Asia con l’apertura di una nuova filiale in Malesia (dopo Singapore nel 2006).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore