I primi dieci anni di Apple iPhone

Prodotti
I primi dieci anni di Apple iPhone
0 0 Non ci sono commenti

Apple iPhone compie 10 anni. Tempo di bilanci per l’azienda di Cupertino. Per il Ceo Tim Cook “il meglio deve ancora venire”

Dieci anni fa, al MacWord Expo di San Francisco, l’allora Ceo Steve Jobs presentava il primo iPhone, lo smartphone che genera oltre due terzi del fatturato di Apple, grazie a 40-50 milioni di unità vendute ad ogni trimestre, raggiungendo il picco di 70 milioni nel periodo natalizio. L’iPhone seguiva il flop del Motorola ROKR, un telefonino che non aveva nulla dell’immediatezza e dell’intuitività dell’iPod e che aveva deluso tutti. Ma Apple, con iPhone imboccò la strada giusta e, dal terzo modello, l’iPhone 3G, l’azienda di Cupertino lanciò l’App Store, un’autentica “cash machine” non solo per Apple, ma soprattutto per gli sviluppatori, e il successo sarebbe stato consacrato con l’iPhone 4.

A portare lo smartphone di Apple nell’Olimpo dei dispositivi più amati è stato l’app store, il negozio di applicazioni di terze parti, che permette agli sviluppatori di software di guadagnare con iPhone: nel solo 2016, i developer hanno guadagnato oltre 20 miliardi di dollari, in aumento del 40% rispetto al 2015. Da allora è nata l’apps economy: secondo Idc, si passerà da 156 miliardi di applicazioni installate a 210 miliardi di unità, per un giro d’affari pari a 60 miliardi di dollari nel 2020.

I primi dieci anni di Apple iPhone
I primi dieci anni di Apple iPhone

L’App Store è presente in 155 paesi e consente agli utenti Apple di accedere a milioni di app per rendere più semplici le attività quotidiane, vivere le loro passioni e restare in contatto con chiunque, in ogni parte del mondo. I mercati più redditizi per l’App Store comprendono Stati Uniti, Cina, Giappone e Regno Unito; la Cina ha messo a segno una crescita record anno su anno con una crescita del 90%.
Gli acquisti sull’App Store hanno raggiunto i 3 miliardi di dollari nel mese di dicembre, quando Super Mario Run di Nintendo ha realizzato oltre 40 milioni di download in quattro giorni dal suo rilascio: l’applicazione è stata la più scaricata a livello mondiale il giorno di Natale e a Capodanno. Nel 2016 Pokémon Go, l’amatissimo gioco di Niantic, è velocemente diventato un fenomeno culturale a metà 2016, dominando la classifica delle app più scaricate.

Apple tuttora fa il pieno di utili, ma le vendite di iPhone, nonostante il boom del modello 7, deludono: Apple ha registrato la prima flessione del fatturato in 15 anni e il terzo declino consecutivo delle vendite.
Le vendite in Cina rimangono il 30% inferiori rispetto a un anno fa (dopo la fessione del 33% dello scorso trimestre). Tuttavia, il Ceo Tim Cook pone grandi speranze in India, un mercato in crescita che scommette sul 4G e dove il numero uno Tim Cook sta aprendo una nuova promettente fabbrica.

Nel 2017, secondo la tradizione, dovrebbe arrivare iPhone 7s. Ma, secondo le indiscrezioni, Apple potrebbe saltare un turno per lanciare un nuovo major upgrade: iPhone 8, declinato in triplice versione e finalmente con ricarica wireless. L’azienda, oggi guidata dal Ceo Tim Cook, potrebbe affiancare ai consueti modelli da 4,7 e 5,5 pollici, un terzo modello, sempre con diagonale da 5,5, o perfino più ampia, con schermo OLED. Apple potrebbe dare l’addio al form factor che utilizza da tre anni di fila su iPhone 6, 6s e iPhone 7, per abbracciare un nuovo inedito design. La parte frontale potrebbe essere tutta in vetro senza cornici, in stile Xiaomi Mi Mix, senza l’iconico tasto fisico Home. Apple potrebbe posizionare il sensore di impronte digitali Touch ID sulla parte frontale, nascondendolo proprio sotto al vetro. La doppia fotocamera potrebbe salire sul più piccolo degli iPhone da 4,7 pollici entry level.

QUIZ – Conoscete il nuovo iPhone 7? Mettetevi alla prova con il nostro Quiz!

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore