Ibm, 50 business partner sul cloud

Strategie

Videointervista – Con Eva D’Onofrio, vice president global technology services di Ibm Italia, analizziamo quali sono i modelli di adozione del cloud. Il ruolo dei business partner strategico per convincere i clienti. Perché la domanda del mercatro sul cloud c’è ma va aiutata

Il percorso di adozione del cloud per le aziende parte da “cosa” l’azienda vuole raggiungere. Un percorso che vede i business partner impegnati nel capire le strategie dell’azienda,  “aiutandola ad avere una information agenda” che contempla cloud e analytics. 
Eva D’Onofrio, vice president global technology services di Ibm Italia
, pone l’accento sui ruoli sempre più strategici degli analytics (“che posso aiutare le aziende a capire abitudini di clienti e migliorare il business”)  e del cloud.
Nella videointervista spiegati i modelli di adozione, sostenibili grazie al ruolo crescente dei business partner che possono comporre offerte di servizi articolate, anche proposte da partner diversi. Ad oggi Ibm conta 50 partner che operano con Smart Cloud, “consapevoli che la domanda del mercato c’è ma è una domanda che va aiutata”.  

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore