Ibm attacca frodi e crimini finanziari

News
security, sicurezza, pirateria, furto@shutterstock

Ibm lancia una nuova soluzione integrata che, grazie alle nuove capacità in ambito Big Data e Analytics, consente di affrontare il tema delle frodi e dei crimini finanziari

Ibm lancia una nuova soluzione integrata che, grazie alle nuove capacità in ambito Big Data e Analytics, consente di affrontare il tema delle frodi e dei crimini finanziari. Questa soluzione comprende la possibilità di aggregare i Big Data – strutturati e non strutturati – provenienti da svariate fonti interne ed esterne (tra cui dispositivi mobili, social network e web) e applicare funzionalità di analitica sofisticate, che eseguono un monitoraggio continuo per rilevare indicatori fraudolenti.

Le nuove offerte permettono di comprendere relazioni non evidenti e l’avverarsi di circostanze che possono essere correlate; inoltre – grazie a nuove tecnologie di visualizzazione – è possibile comprendere e collegare modelli in grado di identificare le azioni potenzialmente fraudolente nel momento in cui accadono, alimentando un processo automatico di continuo apprendimento che può prevenire eventuali future frodi.security, sicurezza, pirateria, furto@shutterstock

Tutta la soluzione può inoltre includere un sistema completo di sicurezza, basato su Ibm Trusteer, in grado di identificare le minacce che sfuggono ai software tradizionali, includendo la difesa degli end-point aziendali e la prevenzione avanzata del malware.
Ibm, con oltre 500 consulenti nel campo, 290 brevetti correlati a ricerche sulle frodi e 24 miliardi di dollari investiti dal 2005 in acquisizioni software e sviluppo di servizi, schiera con questa offerta tutte le proprie competenze, nazionali e internazionali, per aiutare le aziende pubbliche e private a prevenire, identificare e indagare le attività fraudolente.

Il ritmo di queste minacce è in continua evoluzione, anche a causa del fatto che vengono utilizzati tutti i canali digitali – come dispositivi mobili, social network e piattaforme cloud – per sondare punti deboli e vulnerabilità; tanto che – ad esempio – nel 2012 le frodi d’identità hanno interessato più di 12 milioni di persone con furti quantificabili in circa 21 miliardi di dollari, o ancora ogni giorno il settore sanitario statunitense perde circa 650 milioni di dollari per richieste di rimborso e pagamenti fraudolenti.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore