IBM e VMware: una partnership per un’accelerata nel cloud

Mercato
Pat Gelsinger
0 0 Non ci sono commenti

Il cloud di Ibm sarà la piattaforma rappresentativa nell’ecosistema di provider cloud di Vmware (Vmware vCloud Air Network). Tutto questo è emerso durante InterConnect 2016 con la sottoscrizione di una partnership strategica

IBM e VMware forniranno le competenze, le soluzioni e l’infrastruttura cloud per aiutare le aziende a gestire e scalare le proprie risorse It su cloud pubblici e privati. Le aziende potranno ampliare il proprio raggio di azione e la propria scalabilità, iniziando a livello locale per poi passare a livello globale, grazie alle funzionalità del cloud, assicurando inoltre la conformità alla data residency e ad altri obblighi normativi. I clienti VMware saranno in grado di utilizzare un modello flessibile di prezzi a consumo su base mensile, grazie all’attivazione di una semplice opzione pay-as-you-go.

Il cloud di Ibm sarà la piattaforma più rappresentativa nell’ecosistema di provider cloud di Vmware (Vmware vCloud Air Network). Tutto questo è emerso durante InterConnect 2016 con la sottoscrizione di una partnership strategica per aiutare le aziende a sfruttare al meglio la velocità e i vantaggi economici del cloud. Il nuovo accordo permetterà alle aziende clienti di estendere i workload attuali dai propri software-defined data center al cloud in modo semplice, sicuro e senza necessità di modifiche. IBM e VMware hanno progettato congiuntamente un’architettura e un’offerta cloud che permettono alle imprese di mettere in opera automaticamente ambienti SDDC (Software Defined Data Center) preconfigurati con VMvare; l’offerta comprende VMware vSphere, NSX e Virtual SAN su IBM Cloud. Tali ambienti renderanno possibile la distribuzione di workload in cloud ibridi, senza modifiche, grazie ai modelli comuni di sicurezza e di networking basati su VMware.

IBM utilizzerà la sua soluzione CloudBuilder e le funzionalità di automazione per il provisioning automatico dei carichi di lavoro nel cloud, validato da pattern ideati da VMware per architetture Software Defined Data Center. Inoltre, VMware ha esteso i tool vRealize Automation e vCenter management per realizzare e gestire ambienti su IBM cloud, come se costituissero parte integrante del data center on-premise del cliente.

Pat Gelsinger
Pat Gelsinger

Le due società inoltre commercializzeranno congiuntamente nuove offerte per la realizzazione di cloud ibridi, compresa la migrazione di workload senza soluzione di continuità, il disaster recovery, l’espansione della capacità (server e storage) e il consolidamento dei data center.

“Questa partnership dà continuità alla nostra relazione con IBM, che dura da oltre 14 anni, ed è la dimostrazione di una visione condivisa che aiuterà il mercato ad adottare il cloud ibrido in modo più rapido e agevole”, ha dichiarato Pat Gelsinger, Chief Executive Officer di VMware. “I nostri clienti saranno in grado di utilizzare le soluzioni software-defined in modo efficiente e sicuro, con sofisticate caratteristiche di automazione dei workload, per poter trarre vantaggio dalla flessibilità e dalla convenienza del cloud di Ibm”.

“Stiamo arrivando a un punto di svolta per il cloud, che è sempre più la piattaforma su cui si svolgerà la stragrande maggioranza delle attività di business”, ha dichiarato Robert LeBlanc, Senior Vice President di IBM Cloud. “La partnership strategica tra IBM e VMware consentirà alle aziende di adottare il cloud in modo agevole, di salvaguardare gli investimenti fatti e di creare nuove opportunità di business”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore