Ibm Spectrum Storage, nuove funzionalità cloud alle offerte software

News
storage@shutterstock

Grazie a nuove caratteristiche, ora Ibm Spectrum Protect consente alle aziende di eseguire il backup dei dati su object storage on-premise o sul cloud, senza la necessità di appliance cloud-gateway

Nuove funzionalità cloud a due delle offerte software Ibm Spectrum Storage, in linea con i piani di investimento annunciati nel  software-defined storage. Grazie a nuove caratteristiche, ora Ibm Spectrum Protect  consente alle aziende di eseguire il backup dei dati su object storage on-premise o sul cloud, senza la necessità di appliance cloud-gateway.

Ibm Spectrum Protect supporta oggi l’infrastruttura Ibm Cloud con un piano di espansione futura del supporto ad altri cloud pubblici. Le grandi aziende possono consolidare i server di backup per ridurre i costi e la complessità, gestendo nel contempo la crescita dei dati provenienti da applicazioni mobili, social e internet delle cose. Le piccole e medie imprese possono eliminare la necessità di ulteriori server di backup, media server o appliance di deduplica. L’analisi effettuata con clienti beta indica che il software Ibm Spectrum Protect può aiutare i clienti a ridurre i costi di infrastruttura di backup fino al 50%. storage@shutterstock

Nel quarto trimestre del 2015, Ibm Spectrum Protect sarà offerto come opzione per le soluzioni VersaStack sviluppate congiuntamente da Ibm e Cisco. Ibm Spectrum Accelerate su Cloud fornisce Ibm Spectrum Accelerate “as a service” ai clienti Ibm Cloud, attraverso la sua infrastruttura SoftLayer.

Aiuta quindi le aziende ad adottare il block storage su SoftLayer senza necessità di acquistare nuovo hardware di storage o gestire un’ampia gamma di appliance. Ibm sta anche potenziando la versione software-only di Ibm Spectrum Accelerate, per ridurre i costi attraverso il consolidamento dello storage e delle risorse di calcolo sugli stessi server.

IbmSpectrum Accelerate è ora disponibile con licenza portabile tra sistemi XIV, server on-premise e ambienti cloud, per offrire maggiore flessibilità operativa e contribuire a dare supporto ai clienti, man mano che essi trasformano le loro infrastrutture IT per passare al software-defined storage.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore