Idf 2011: La svolta di Intel

MercatoProdotti

Mentre Windows 8 è sotto i riflettori, all’Idf di Intel si dà il via a una collaborazione con Google per Android su Atom. Intel continua a puntare sui personal computer fino alla recente versione ultrabook per la quale Intel ha investito 300 milioni di dollari

Intel sta difendendo il suo approccio al mobile computing su più fronti compresa una nuova alleanza con Google per ottimizzare il sistema operativo Android sulla piattaforma dei processori Atom. Ma – dicono gli osservatori presenti all’evento Idf 2011 – Intel continua a considerare il personal computer come il centro dell’esperienza digitale degli  utenti, in analogia con Microsoft e il suo prossimo Windows 8 salito agli onori della cronaca all’evento BUILD.

Intel, Idf 2011

Si tratta di un messaggio implicito nell’intervento di Paul Otellini, capo dell’azienda, a Idf. Nonostante la relazione tra Microsoft e Intel sia stata deteriorata dal fatto che il prossimo Windows 8 potrà girare sui chip ARM, Intel continua a puntare sui personal computer fino alla recente versione ultrabook per la quale Intel ha investito 300 milioni di dollari. Ma da un altro punto di vista Otellini e diversi rappresentanti di Intel hanno mostrato all’audience di IDF diverse applicazioni che faranno da ponte tra tablet e smartphone basati su Android di Google con i personal computer basati su Windows. Otellini e Andy Rubin di Google hanno annunciato dal palco una inedita alleanza tra Intel e Google: Intel, abbandonato anche MeeGo, sembra considerare Android come la base per i dispositivi mobili – tablet e smartphone – che devono convivere con i personal computer basati su Windows.

Paul Otellini, Intel

Nessun spazio per Windows Phone 7 e ancora meno per Apple, nonostante iMac e Macbook adottino processori Intel. Google dunque giocherà un ruolo chiave nei piani di Intel per entrare nel mercato smartphone con i primi dispositivi previsti già nella prima metà del prossimo anno. I due dirigenti hanno illustrato alcuni progetti intrapresi per abilitare e ottimizzare i rilasci futuri della piattaforma Android per la famiglia di processori Atom a basso consumo. L’annuncio odierno consolida le recenti iniziative di collaborazione delle due aziende per abilitare l’architettura Intel sui prodotti Google. Le iniziative congiunte comprendono Chrome OS, la Google TV e il Software Development Kit (SDK) e il Native Development Kit (NDK) Android.

Sul fronte ultrabook, Otellini ha inoltre descritto la nuova categoria di gestione energetica delle piattaforme in fase di sviluppo per i prodotti Haswell del 2013 destinati alla categoria degli ultrabook. Si prevede che le innovazioni a livello di tecnologia del silicio e progettazione della piattaforma riducano il consumo energetico della piattaforma in stato di inattività di oltre 20 volte, rispetto ai design attuali, senza compromettere le prestazioni di elaborazione. Otellini prevede che queste modifiche progettuali, abbinate alla collaborazione del settore, renderanno possibile una durata della batteria in standby di oltre 10 giorni entro il 2013

Se poi Intel aveva messo la sordina sugli esiti tecnologici della sua acquisizione di McAfee, ora non è più così. Otellini è stato raggiunto sul palco da Candace Worley, General Manager del settore Endpoint Security di McAfee, che ha dibattuto sulla collaborazione tra Intel e McAfee su una gamma di innovative soluzioni di sicurezza software assistite anche a livello hardware. Worley ha presentato la nuova piattaforma tecnologica DeepSAFE di McAfee, che sfrutta le funzionalità hardware disponibili nei processori Intel .
La tecnologia DeepSAFE offre nuovi livelli di sicurezza e un’esclusiva posizione privilegiata, operando al di sotto del sistema operativo. Questa tecnologia verrà lanciata in un prodotto McAfee di fascia enterprise più avanti nel corso dell’anno.
Otellini ha annunciato che Intel sta collaborando con McAfee su una tabella di marcia di soluzioni per la sicurezza che si estendono attraverso tutto lo spettro del computing, dai dispositivi embedded al cloud.

Di’ la tua in Blog Café: In California, Intel e Microsoft si contendono gli sviluppatori

Leggi anche: IDF 2011: Intel con Atom dentro Android, spinge gli Ultrabook

Leggi anche: Il primo tablet Google Android di Intel

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore