Il cloud incontra le Pmi. Impresaclic le porta sul web

News

I dati trattati con il servizio Impresaclic sono custoditi presso Colt Telecom. Pmi e professionisti potranno far crescere la propria attività sfruttando il web

Il cloud incontra le Pmi. Pmi e professionisti potranno far crescere la propria attività sfruttando il web. Nasce Impresaclic, un servizio che prende il via dalla società iCube+ Italia, in collaborazione con Con.Nexo’. “L’obiettivo che ci siamo posti con Impresaclic – spiega Diego Bertuzzi, partner e direttore commerciale e marketing del gruppo iCube+è quello di fornire servizi al mercato delle Pmi e dei professionisti affinchè possano essere più visibili e comunicare meglio ed essere in grado di erogare valore aggiunto ai loro clienti”, spiega. Una sorta di cloud computing che passi attraverso il concetto di software as a service.

<p>Roberto Portelli</p>

Bertuzzi entra nel dettaglio del servizio. “Il progetto nasce da una piattaforma enterprise rivolta al mondo delle medie imprese dalla quale abbiamo ritagliato un segmento dedicato al mondo delle piccole realtà”.

In particolare, le imprese avranno a disposizione un servizio attraverso il quale potranno crescere la propria attività utilizzando diversi strumenti di comunicazione: dal sito web ai sistemi di commercio elettronico e di prenotazione, dai sistemi di comunicazione, posta elettronica, Pec con valore di raccomandata, fax sms, fino ai sistemi tradizionali come telegrammi lettere e raccomandate.

Il servizio è multilingua, 24 ore su 24, pronto all’uso e funziona senza necessità di acquistare software, hardware ed è disponibile anche online su Pc, cellulari, smartphone e tablet”, spiega Bertuzzi. “Impresaclic è un pacchetto che soddisfa fino a 25 utenti per azienda, un valore questo che ci fa pensare che ci sia mercato. Infatti, secondo Boston Consulting risulta che le aziende con più di 50 dipendenti posseggono un sito mentre di quelle con uno o due dipendenti solo il 15% ha un sito”. Tutti i dati trattati con questo servizio sono custoditi presso la server farm di Colt Telecom.

Infine un’anticipazione. “A settembre 2012 lanceremo un’altra offerta per andare a soddisfare le aziende che hanno più di 25 utenti, quindi, di fatto, il mondo delle medie imprese”. iCube+ Italia ha già pronto un piano di espansione sul territorio: rete distributiva, accordi, partnership di tipo industriale e commerciale. “A oggi abbiamo stipulato accordi con cinque società di distribuzione regionale – prosegue Bertuzzi – ognuna delle quali ha dealer e agenti sul territorio. Dal 15 gennaio, abbiamo iniziato a stringere partnership con banche e aziende del settore logistica e trasporti mentre le partnership commerciali riguardano enti che organizzano fiere, manifestazioni ed eventi. In ogni caso, il nostro obiettivo è arrivare a 70 dealer entro giugno 2012 e mille agenti entro la fine del 2012”.

<p>Diego Bertuzzi</p>

Presente sul mercato con quattro pacchetti, Imprersaclic offre servizi personalizzati a partire da 47 euro al mese con prezzo bloccato per tre anni.
“E’ da almeno due anni che stiamo lavorando al piano industriale per dare visibilità alle Pmi – spiega Roberto Portelli, ceo del gruppo e ci siamo detto che potevamo anche guardare fuori dall’Italia. La piattaforma, tra qualche mese, sarà declinata in sei differenti lingue per far capire ai clienti come possano sfruttare l’internazionalizzazione. Impresa clic fa parte del progetto internazionale Businessclic – spiega – e stiamo portando avanti alcuni progetti: a Malta, dove abbiamo un centro di ricerca e sviluppo, rappresenterà il progetto pilota per il mercato inglese; a giugno partiremo con gli Uk; da un anno abbiamo affrontato la Russia dove abbiamo già trattative in corso per accordi di livello enterprise. Da qui a giugno 2012 – continua – sfrutteremo la presenza in Svizzera per lanciare l’iniziativa in francese e in tedesco”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore