Il cloud toglie il mal di testa alle pmi

Strategie
Luca Giuratrabocchetta, Google, Smau Roma 2012

Videointervista – A più di 4 anni dal lancio delle Google Apps per il mercato aziendale, facciamo il punto con Luca Giuratrabocchetta, country manager di Google Enterprise in Italia. Un paese che ha accelerato l’adozione del cloud negli ultimi 18 mesi

La spinta verso il cloud, sia pubblico sia privato, è il focus della divisione che Luca Giuratrabocchetta, country manager di Google Enterprise in Italia, guida. E oggi, a distanza di più di quattro anni dalla introduzione delle Google Apps per il business, la posta elettronica – da sempre grimaldello  verso le Apps – rimane il punto di partenza per intavolare la discussione (“è un commodity ma deve funzionare sempre e costare poco”) ma è orami è solo un punto della discussione: “L’evoluzione che abbiamo visto nel tempo è quella di sfruttare tutta la suite di apps aziendali, che possono dare innovazioni veloci”. Se Pubblica Amministrazione (“quasi a sorpresa”) e Sanità sono i due settori che più hanno investito sul cloud (“abbiamo più clienti pubblici sulle Google Apps business che in tutta Europa”) , molte le opportunità ancora da cogliere soprattutto per aziende di piccole e medie dimensioni. Con il cloud ci si toglie un gran mal di testa, perché la tecnologia spesso viene gestita con la mano sinistra nei ritagli di tempo nelle piccole aziende, per cui  se la gestione viene fatta da altri è vincente. Non a caso oltre il 90%  delle start up, non solo nella Silicon Valley, adotta questa tecnologia per collaborare velocemente”. La svolta però è avvenuta negli ultimi 18 mesi. Nella videointervista a Giuratrabocchetta i perché.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore