Il mobile banking quadruplicherà in sei anni

NewsStrategie
telefonia, voip, mobile

Secondo Frost & Sullivan gli utenti dei servizi di mobile banking in Europa, quadruplicheranno nei prossimi sei anni e il valore delle transazioni aumenterà fino a raggiungere 72,33 miliardi di euro entro il 2018

Gli utenti dei servizi di mobile banking in Europa, quadruplicheranno nei prossimi sei anni e il valore delle transazioni effettuate con sistemi di pagamento mobili aumenterà fino a raggiungere 72,33 miliardi di euro entro il 2018.
Il mercato europeo dei servizi finanziari mobili è caratterizzato da un’adozione relativamente alta dei servizi di mobile banking (m-banking), un’emergente adozione dei servizi di pagamento mobili (m-payments) e un’opportunità di crescita a lungo termine nei trasferimenti internazionali di denaro mobili (m-remittances).

Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Mobile Financial Services – A Technology and Market Analysis”, ha studiato il fenomeno e formulato l’analisi in questione.

“Il mercato europeo dei servizi finanziari mobili è destinato a crescere grazie alla proliferazione degli smartphone – afferma Mario Fernandez, analista di Frost & Sullivan -. Nel 2011, le vendite di smartphone hanno rappresentato oltre il 50% delle vendite totali di telefoni cellulari nei paesi nordici e in Europa occidentale, e nei Paesi della comunità europea la tendenza è simile.

Dal punto di vista della tecnologia, i servizi via sms attualmente dominano il mercato. Tuttavia, Frost & Sullivan crede che le applicazioni basate su internet saranno sempre più importanti per stimolare la crescita dei servizi di m-banking e m-payment nel breve e medio periodo. Nei Paesi in cui l’infrastruttura contactless è ancora in via di sviluppo, la tecnologia Nfc per la connettività a corto raggio svolgerà un ruolo fondamentale per l’espansione del mercato dei pagamenti mobili nel lungo periodo.

La collaborazione tra gli operatori dei settori delle telecomunicazioni, dei servizi finanziari e delle aziende IT porterà a un’ulteriore crescita del mercato dei pagamenti mobili – fa notare Fernandez -. Allo stesso modo, un approccio più proattivo delle banche per quanto riguarda lo sfruttamento del canale mobile stimolerà la crescita del mercato dei servizi di mobile banking”.

Tuttavia, i modelli di business esistenti e l’elevata soddisfazione degli utenti finali per quanto riguarda i mezzi di pagamento attuali o i servizi offerti dalle banche sono fattori che influenzano negativamente lo sviluppo dei servizi finanziari mobili. Oltre a ciò, al momento i servizi finanziari mobili sono venduti con la premessa di non essere personalizzati per le esigenze del cliente e con una value proposition vaga. Di conseguenza, gli utenti finali tendono a preferire i canali tradizionali, come ad esempio le filiali delle banche o i servizi di online banking, piuttosto che i servizi di mobile banking.

I fornitori di servizi e le case tecnologiche dovrebbero lavorare insieme per sviluppare servizi finanziari mobili altamente personalizzati e focalizzati sulla convenienza d’uso per i clienti – conclude Fernandez -. Lo sfruttamento dei vantaggi unici dei dispositivi mobili, insieme ad una maggiore customizzazione, pare un’alternativa percorribile per offrire un valore reale agli utenti finali”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore