Il Top Audio&Video Show non invecchia mai

Strategie

Fino al 16 settembre, con ingresso libero, si svolge presso l’Atahotel Quark
di Milano l’importante fiera dedicata ai settori audio e video. Inaugurazione
affollata nella giornata di ieri.

Compie vent’anni e non li dimostra. A differenza di molte altre
manifestazioni fieristiche, che negli anni hanno registrato problemi e
difficoltà, il Top Audio&Video Show a distanza di vent’anni
sembra non accusare segni di stanchezza. Anzi, quest’anno c’è stato il
raddoppio, con debutto dell’edizione romana svoltasi lo scorso marzo.
Un successo forse dovuto al fatto che non è una fiera in senso
tradizionale
. Perlomeno come la si intende in Italia, bensì un
appuntamento più raccolto e meno ?gridato?, che si svolge all’interno di un
albergo. Sale e salette distribuite in cinque piani dell’Atahotel Quark
di Milano
, che offrono al pubblico un modo di comunicare più intimo,
seppure approfondito. Questo tipo di eventi sono comuni negli Stati Uniti, da
noi meno, ma andrebbero presi in considerazione anche da noi, visto il successo
negli anni di un evento come Top Audio&Video Show.
La manifestazione è organizzata dall’Apaf (Associazione promozione alta
fedeltà)
e si focalizza interamente su ciò che è audio e video. Alla
sua inaugurazione, nella giornata di ieri, è intervenuto l’assessore
all’artigianato e servizi della regione Lombardia, Domenico Zambetti, il quale
nel suo intervento ha dichiarato: ??Questa ventesima edizione testimonia
l’importanza di un settore che cresce, perché pone come obiettivo primario
l’alta qualità. Questo è infatti il criterio base su cui si fonda l’eccellenza
lombarda di cui siamo orgogliosi??.
I maggiori produttori del settore sono tutti presenti all’appello. Parliamo di
aziende come B&W, Fujitsu, Epson, Nec, Denon, McIntosh, Kenwood,
Jvc, Yamaha, Logitech, Burmester, Marantz, Pioneer, Microsoft, Samsung e
Sony
. Oltre 140 aziende e più di 700 marchi, distribuiti sui 5 piani
dell’albergo, per quattro intense giornate.
Epson e Sony occupano spazi importanti. Per Sony è un rientro
dopo qualche anno di assenza. Grandi schermi campeggiano nello stand, ma l’azie
nda giapponese, pur non volendo mancare l’appuntamento, sposta un po’ più in là
il lancio dei nuovi prodotti, previsto per il 19 settembre.
Epson invece mette in risalto la nuova gamma di videoproiettori, mercato nel
quale l’azienda primeggia in diversi segmenti. I quattro nuovi modelli si
spalmano sui diversi comparti. Vale la pena soffermarsi sul modello home cinema
Emp-TW2000, videoproiettore 3LCD, Full HD, da 1080 pixel, che
propone l’eccezionale rapporto di contrasto di 50.000:1 e una luminosità di 1600
Ansi Lumen. Ci sono poi i modelli destinati all’intrattenimento, EMP-TWD10 HD
Ready, con schermo da 80 pollici a corredo e base girevole e l’EMP-DM1
compatibile con l’alta definizione.
Videoproiettori in mostra anche nello spazio Benq. La gamma
entra nell’ambito dell’home cinema e dell’home theatre. Anche in questo
primeggia l’alta definizione, tecnologia sulla quale tutti i produttori stanno
investendo e che risulta avere buoni incrementi di crescita. Il modello Benq
W10000 basato su tecnologia Dlp e Full Hd, ha risoluzione 1080p e rapporto di
contrasto 10.000:1.
Nello stand ci sono anche i monitor Lcd, tra cui il modello FP241VW dedicato
agli appassionati di videogiochi. Anche in questo caso l’alta
definizione la fa da padrona
.
Per chi ama le auto, un intero salone dell’hotel, la sala Mizar al piano terra,
per chi ha intenzione di andarci, ospita una dozzina di automobili sulle quali è
possibile vedere installati gli ultimissimi impianti stereo e
multimediali destinati a questo settore
. Si tratta di impianti di
altissimo livello, destinati a un pubblico che sa apprezzare il suono? e che può
spendere! Alcuni sistemi, ci suggeriscono gli esperti, non sfigurano all’interno
degli appartamenti o sono addirittura derivanti da impianti domestici. Tra i
marchi presenti figurano McIntosh e Nakamichi, gli altoparlanti Fostex, Focal
Utopia e Technology (Scan-Speak), i cavi Monster; oltre ai marchi storici del
comparto, Alpine, Audison, Hertz e Jvc.
Tra tante tecnologia estere, ecco un nome italianissimo: Pozzi. E’ il
distributore dei sistemi per la videoproiezione Projecta e Poliscreen
.
Qui c’è il nuovo modello che viene definito ?a pellicola?, va cioè fissato
direttamente al vetro. Ci sono anche teli realizzati con un tessuto particolare
in fibra di vetro, che sembra essere più efficace di quelli comunemente usati.

Chi ama la musica, l’audio in senso lato e il video, non può mancare
l’appuntamento. Oltretutto l’ingresso è gratuito e sono in programma seminari e
concerti aperti al pubblico.
La fiera è aperta dalla 9.30 alle 19 fino al 16 settembre. C’è anche un
sito Internet dedicato: www.topaudio.it.