Il Webinar di Cisco Systems

Strategie

A metà strada tra il seminario online e la chat, la nuova iniziativa di formazione è stata sperimentata in collaborazione con Il Sole 24 Oreper avvicinare le Pmi alla tematica della sicurezza.

L’interattività e la facilità nell’accedere all’evento sono secondo Cristina Marcolin, Direttore Comunicazione di Cisco Systems Italy, tra i principali pregi di questa modalità di apprendimento, che potrebbe essere utilizzata anche nell’aggiornamento dei rivenditori

Un’iniziativa di apprendimento innovativa, che potrà essere utilizzata anche per formare e aggiornare i rivenditori su particolari tematiche. Questo, in sintesi, è il ritratto del Webinar Cisco, seminario online che Cisco Systems Italy ha realizzato in collaborazione con Il Sole 24 Ore, per sensibilizzare le Pmi al tema della sicurezza di Rete. Il Webinar, in diretta e online sul sito del quotidiano economico (www.ilsole24ore.com) si è svolto lo scorso 29 aprile per circa 30 minuti. Il seminario, che ha visto Roberto Mircoli, Business Development Manager Security & Wireless Networking di Cisco Systems Italy nel ruolo di relatore, è stato strutturato in due parti, la prima di presentazione, la seconda di questions & answers ed è stato focalizzato su temi quali la sicurezza offerta dalle Reti intelligenti e la strategia Self Defending Network di Cisco Systems per rendere la security una componente fondamentale di qualsiasi dispositivo annesso alla Rete. È stato affrontato anche l’approccio Adaptive Threat Defense (Atd), che ha l’obiettivo di ridurre al minimo i rischi legati alla sicurezza di Rete indirizzando in modo dinamico le minacce su livelli multipli e consentendo un controllo accurato del traffico di Rete, dei sistemi finali, degli utenti e delle applicazioni. “Quello del Webinar è stato un esperimento realizzato in Italia per la prima volta”, spiega Cristina Marcolin, Direttore Comunicazione di Cisco Systems Italy. “L’iniziativa è innovativa, si colloca tra il seminario online e la chat. Rispetto al seminario via Web si è voluto privilegiare un’interattività piuttosto forte, per consentire ai partecipanti di approfondire subito argomenti non sempre facili”. “Altro aspetto vantaggioso è rappresentato dalla facilità con cui l’utente può seguire il seminario”, aggiunge Marcolin. “Non sono necessarie apparecchiature costose da aggiungere al Pc, basta disporre di un browser abilitato all’uso del Pop up, il formato tecnico utilizzato”. Anche per i docenti la realizzazione del seminario non è particolarmente complicata. Uso di Webcam e di soluzioni a larga banda sono gli elementi alla base del Webinar. Sono state 708 le persone che hanno partecipato al Webinar di aprile; si tratta di un successo rilevante se si considera che un seminario tradizionale organizzato da Cisco in aula (generalmente a Milano e a Roma) raccoglie 300-350 persone iscritte per tappa. Webinar è stata realizzata in partnership con le due testate economiche in versione online perché sono state ritenute le più adatte ad approcciare il segmento delle Pmi e perché hanno dimostrato disponibilità e apertura all’innovazione. La proposta è nata anche a scopo comunicativo-pubblicitario: si voleva offrire un seminario con caratteristiche informative e di training, in grado di dare maggiore visibilità sia alla tecnologia Cisco, sia alle testate coinvolte. “Il Webinar inglese si è svolto circa un paio di mesi prima di quello italiano”, dice Marcolin. “I frequentanti sono stati poco meno di 650 e il tema trattato è stato sempre quello della sicurezza. In Gran Bretagna, dopo questa iniziativa sperimentale, è stata progettata una serie di Webinar, da tenersi nell’arco di una settimana, ogni giorno su temi diversi (sicurezza, tecnologie, argomenti legati a Cisco Mobility e Wireless)”. Anche in Italia l’intenzione è quella di riproporre altre iniziative del genere, o ancora in partnership con Il Sole 24 Ore, o direttamente dal sito Cisco. “Siamo in fase di pianificazione. Probabilmente riproporremo altri Webinar da settembre, dall’inizio del nuovo anno fiscale”, chiarisce Marcolin. Intanto, ai partecipanti del seminario di aprile che ne hanno dato l’autorizzazione, Cisco ha permesso di comunicare le loro impressioni sull’esperienza che hanno vissuto. L’intenzione è quella di conoscere di più i partecipanti e le loro esigenze per realizzare seminari sempre meglio organizzati e su contenuti di loro interesse. Iniziative di Webinar potranno essere realizzate anche per il canale, studiate ad hoc e disponibili direttamente dall’area del sito di Cisco dedicata ai partner. Il consiglio è di non perdere di vista l’area dedicata ai partner di canale (www.cisco.com/global/IT/unif i e d _ c h a n – n e l s / a rea_par t n e r / partner_home.shtml).