iNebula (Gruppo Itway) lancia un nuovo servizio cloud per la gestione dell’IoT

News

iNebula (Gruppo Itway) lancia iNebula Connect dalla partnership con Eurotech una piattaforma distribuita pensata per comunicare e supportare smart object, raccogliere archiviare e distribuire i dati in modo intelligente ed effettuare analisi in tempo reale

iNebula, l’azienda del Gruppo Itway, lancia un nuovo servizio cloud dedicato alla gestione dell’IoT.

Si chiama iNebula Connect e nasce dalla partnership della società del Gruppo con Eurotech, società attiva nella fornitura di sistemi embedded, piattaforme M2M e soluzioni IoT. Di fatto si tratta di una piattaforma distribuita pensata per comunicare e supportare smart object, raccogliere archiviare e distribuire i dati in modo intelligente ed effettuare analisi in tempo reale. Perché la gestione dei dati è così importante?

Stefano Della Valle, direttore commerciale iNebula
Stefano Della Valle, iNebula

Fior fior di ricerce e analisi di mercato stanno sempre più portando a galla il fattore ‘gestione dei dati’ come fonte di risorse. Stefano Della Valle, VP Executive sales and marketing di iNebula cerca di entrare nello specifico e si sofferma su cosa significhi essere nell’era dell’IoT. Si pensi che un grande supermercato produce circa 10 Gb di dati ogni ora , 1 GB viene inviato a un datacenter; un impianto automatizzato produce circa 1TB di dati per ogni ora di produzione e 5 GB sono inviati a un database in un datacenter, “Questo è Iot – dice Della Valle – prendere questi dati e portarli dove possano essere trasformati in informazioni di valore: questo è iNebula Connect. Gestiremo la piattaforma che sarà sviluppata da Eurotech”.

L’annuncio è arrivato durante un incontro nell’ambito dell’Itway Campus che si è tenuto presso l’Ibm Client Center di Milano e che ha visto la partecipazione si dei vendor di riferimento dell’offerta della società, sia il gruppo dirigenziale del distributore a valore che.

Cesare Valenti, Executive vice president del Gruppo Itway non ha esitato a definire “l’anima della distribuzione a valore aggiunto”. Silvio Calcina, country manager di Itway Vad Italia, spiega che Itway Vad cerca un modello diverso dalla distribuzione classica, un ruolo di aiuto ai reseller che li supporti a fronte delle trattative con il cliente finale.

Andrea Farina, Presidente e AD del Gruppo Itway
Andrea Farina

“Il reseller non è un tuttologo – spiega – e quando necessitano e ci interpellano siamo in grado di andare con loro dal cliente, indossando il cappello del reseller. Noi non siamo un box mover – precisa – andando assieme al reseller dal cliente con il cappello del reseller siamo in grado di arginare l’odioso atteggiamento di certi vendor che si presentano dall’utente finale bypassando la distribuzione e di fatto distruggendo le marginalità. Ma questo uccide la distribuzione. Cosa bene diversa è quella che siamo noi a portare il vendor dal cliente, qualora questo necessiti, in questo senso la collaborazione è equilibrata”.

Andrea Farina, presidente e amministratore delegato del gruppo Itway, racconta il diciannovesimo anno di vita dell’azienda, per un fatturato aggregato di 120 milioni di euro e circa 300 professionisti nel gruppo e 500 certificazioni tecniche.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore