Ingram Micro lancia Token e punta a considerare il dealer come un vendor di soluzioni

Strategie
Antonio Masenza

Dal palco di Showcase 2014, Ingram Micro spiega la strategia: dal lancio di Token, piattaforma di comunicazione che attraverso il web porterà a rivoluzionare il ruolo del distributore e del dealer, come fornitore di soluzioni, all’ambito più social fino al potenziamento dei segmenti cloud e mobility come rivoluzione 2015

Ingram Micro cambia il ruolo di concepire sia il distributore sia il dealer. Con la consapevolezza di aver fatto errori attraverso policy troppo rigide e con la rinnovata consapevolezza di essere ‘umani’, oggi il distributore cambia strada e, attraverso una sorta di deregulation e maggiore vicinanza ai suoi clienti, si è posto una domanda: il dealer può essere visto come fornitore di soluzioni e non più solo come cliente?

Antonio Masenza
Antonio Masenza

A questa domanda,  Antonio Masenza, managing director di Ingram Micro Italia, dal palco di Showcase 2014, si è dato una risposta affermativa e ha deciso di proseguire un cammino inziato oltre un anno e mezzo fa, che porterà anche a una nuova visione del distributore. “Il distributore diventa un aggregatore di soluzioni: servizi, mercato, finanza, capitale, logistica; mentre i dealer? I dealer di fatto sono vendor di soluzioni, perchè non li si può vedere come fornitori di soluzioni di successo? Oggi dopo un periodo di un anno e mezzo di messa a punto, stiamo per lanciare Token, una piattaforma di comunicazione che permetterà questa sorta di avvicinamento distributore-dealer“.

Pietro Viccardi, Head of Business Operation e lo stesso Masenza, esordiscono dicendo ai partner intervenuti che, grazie a Token, “potrete decidere di essere un interno telefonico di Ingram Micro. Da un anno e mezzo stiamo cambiando il sistema informativo e, entro la fine del 2015, avremo un nuovo sito web”. La strategia annunciata quest’anno da Ingram è, di fatto, la prosecuzione di quanto annunciato lo scorso anno durante Showcase 2013.

Masenza aveva sottolineato che nel 2014 si sarebbero attuate alcune novità: un’alternativa la web, per raggiungere i rivenditori, che avrebbe visto la luce tra febbraio-marzo 2014 (i ritardi sono avvenuti solo per una questione di tempistica dilatata sull’assegnazione dei brevetti, dicono i vertici italiani del distributiore), un’alternativa al modo off line del web e la seconda, un’alternativa ai cash & carry. Già dallo showcase dello scorso anno Masenza sosteneva l’idea di una piattaforma nuova e di un nuovo ruolo dei rivenditori dicendo: “I dealer diventano propositori di soluzioni certificate al mercato e servizi propri o di Ingram Micro”.

Pietro Viccardi, Ingram Micro Italia
Pietro Viccardi

Viccardi afferma che a fine 2015 sarà lanciato un nuovo sito web di Ingram Micro, ora è il fase di roll out testandone le novità e la piena integrazione con Token. Cos’è Token? “Token permetterà ai dealer di avere accesso alle comunicazioni in esclusiva e di avere risposte dirette dal vendor. Da questo mese cambia il modo per chiamare Ingram, attraverso un numero unico, attraverso il quale ogni dealer sarà riconosciuto e dirottato sul proprio account”, spiega Masenza.

Oggi Ingram Micro annuncia la piattaforma Token, appunto, come segno di vicinanza alle imprese, una nuova storia, come dice Masenza, il quale si domanda: “se il dealer ha sviluppato una soluzione interessante, perche non proporla in vendita anche ad altri?“. E da qui si aprono due scenari: la libertà di scelta e il risparmio di tempo. “Sulla piattaforma ci sarà la funzione Best price, così come le informazioni sugi ordini rappresentano la business intelligence. Attraverso la piattafoma daremo l’andamento delel scorte, il prezzo e obiettivo di Ingram Micro è avere partner che siano l’estenzione della nostra struttura“, spiega.

Infine uno sguardo al 2015. Masenza spiega l’espansione di Ingram verso il cloud e la mobility, ambiti fino a ora abbastanza scoperti ma che saranno la vera risoluzione del 2015, grazie a Token.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore