InnoGames: rapporti ok con app store ma bandiamo il gioco d’azzardo

News
Hendrik Klindworth, InnoGames
0 0 Non ci sono commenti

InnoGames ha rapporti distributivi con app store, tra cui iTunes Store, Google Play Store, Samsung App Store e Amazon. Hendrik Klindworth, ceo di InnoGames, spiega le novità

InnoGames ha iniziato come azienda focalizzata sui browser. Partendo da questa  base la società ha poi trasportato i giochi su piattaforme mobili nel corso degli ultimi anni e ora è concentrata prevalentemente sullo sviluppo mobile per il prossimo futuro.

InnoGames ha rapporti con molteplici app store, tra cui iTunes Store, Google Play Store, Samsung App Store e Amazon. Dato che i giochi di InnoGames riscontrano ancora successo su browser, la società ha una stretta collaborazione con diversi partner affiliati e si occupa direttamente del portale di giochi su innogames.com. Alcuni dei titoli si possono trovare anche su Facebook.

Hendrik Klindworth, InnoGames
Hendrik Klindworth

“Il mobile ci ha dimostrato la sua validità durante i molti anni di test, sia in termini di popolarità, sia in termini di redditività e – spiega Hendrik Klindworth, ceo di InnoGamesci consente di raggiungere una base utenti più vasta con i nostri titoli. Per espandere ulteriormente il nostro pubblico, inoltre, stiamo aggiungendo più varietà ai nostri prossimi generi di gioco e stili artistici. Questo è già visibile grazie al nostro ultimo titolo, Elvenar, che ha una base giocatori composta per quasi il 50% da donne, una grande differenza rispetto al nostro primo titolo Tribal Wars che in questo senso detiene solo il 5%. Elvenar ha inoltre una base giocatori molto più adulta, che ha dimostrato di monetizzare meglio. In aggiunta a tutto questo, InnoGames mira a diventare un’azienda sempre più internazionale, in termini di dipendenti e strategia globale dell’azienda”.

E l’Italia? “Lavorare in Italia è abbastanza semplice per noi, dato che non realizziamo nessun gioco legato al mondo del gambling e del gioco d’azzardo. Per quanto riguarda il nostro rapporto con i  giocatori italiani – continua il ceo – abbiamo un forte community management team con sede in Italia e localizziamo tutti i nostri titoli per il mercato italiano”.

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore