Intel e la casa digitale

Strategie

All’Intel Developer Forum le soluzioni per rendere la vita quotidiana sempre più tecnologica Intel prosegue la sua strategia legata alla casa digitale.

L’occasione è l’Intel Developer Forum, l’appuntamento dedicato agli sviluppatori hardware e software di tutto il mondo. Saranno i nuovi processori dual core e le innovazioni della tecnologia del silicio a spingere l’acceleratore verso la casa digitale, sostiene Intel, grazie ai quali i consumatori potranno trarre il massimo vantaggio dai contenuti digitali tramite i più svariati dispositivi sparsi in tutta la casa. “Qualsiasi sia il punto d’inizio – ha dichiarato Don MacDonald, general manager di Digital Home Group della società – un entertainment pc per i videogame a uso intensivo di grafica, un lettore Mp3 per la musica digitale o un Personal Media Recorder per registrare i programmi Tv, basta soltanto un nuovo dispositivo e un nuovo modo di usare la tecnologia per aprire le porte ad altri dispositivi, impieghi e a un’esperienza della casa digitale completamente nuova”. Le prime piattaforme desktop dual core di Intel utilizzeranno il nuovo processore Pentium D, finora conosciuto con il nome in codice Smithfield, che consentirà un maggior numero di funzionalità di elaborazione. Sarà abbinato ai chipset 945G e 945P Express con il supporto per l’High definition audio. Intel ritiene che i primi Pc dotati del nuovo processore e dei nuovi chipset saranno in commercio entro il secondo trimestre dell’anno. Saranno coinvolti la maggior parte dei produttori di computer. Sono previste molte altre iniziative, tra queste lo sviluppo di piattaforme scalabili per soddisfare le esigenze dell’elettronica di consumo. A questo proposito, Intel ha annunciato l’acquisizione di Oplus Technologies, importante fornitore di prodotti e tecnologie per l’elaborazione di video per la televisione e di monitor digitali. Sono in fase di studio anche iniziative legate al mondo dei palmari e dei laptop, nonché per assicurare la protezione dei contenuti digitali all’interno delle case e per l’adozione di standard di settore che garantiscano l’interoperabilità dei dispositivi.

Autore: drosolen
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore