iPad 2017 e i suoi fratelli, il confronto con iPad Air 2

Prodotti

IN PROVA – Si chiama semplicemente iPad l’ultimo modello di tablet proposto da Apple. Le nostre riflessioni per scegliere l’iPad fa al caso vostro, mentre online Apple iPad Air 2 sembra mantenere il suo mercato e iPad Pro 9.7″ è il migliore di sempre

L’evoluzione della proposta tablet in casa Apple, nel corso degli anni, è stata tutto sommato abbastanza lineare. La proposta che conosciamo ancora oggi, e che non è stata stravolta, prevede ancora un display da 9,7 pollici di diagonale che Apple ha proposto in iPad già nel 2010. Anche il form factor sostanzialmente è rimasto immutato, pur considerando l’estensione del portafoglio con iPad mini e iPad Pro in due diagonali e ovviamente una serie importante di novità tecnologiche (tra cui il lettore di impronte e Retina Display).
Proviamo a ripercorrere in breve i diversi passaggi.

iPad, quattro salti nella storia per capire

iPad è sempre stato un dispositivo unibody, ha sempre avuto la scocca di metallo, anche se con design leggermente diversi.
Un anno dopo l’annuncio di iPad, nel 2010, è arrivato iPad 2, e nel 2012 siamo arrivati ad iPad di terza generazione (il primo Retina Display), ma già a fine anno abbiamo visto comparire non solo l’iPad di quarta generazione, ma anche la prima versione iPad mini.
Nel 2013 si è approdati alla prima versione di iPad Air, più leggero e più sottile, il primo con cpu a 64 bit (e iPad mini 2), aggiornato poi nel 2014 con le nuove cpu A8X (iPad Air 2) e accompagnato da iPad mini 3.

iPad 2017 - Un dettaglio
iPad (2017) – Un dettaglio

Dopo iPad e il primo iPad mini, il successivo profondo cambiamento nella proposta è stato l’introduzione di una versione iPad Pro nel 2015 addirittura con uno schermo da 12,9 pollici e cpu A9X a 64 bit, poi nel 2016 è arrivato iPad Pro con la diagonale storica da 9,7″, ma anche la possibilità di utilizzare Apple Pencil e la tastiera. Ora è la volta del refresh di iPad da 9,7 pollici nell’edizione 2017, che raccoglie una serie di eredità e si lascia accompagnare anche dal modello iPad mini 4.

iPad Pro 9.7 di profilo per Smart Keyboard
iPad Pro 9.7 di profilo per Smart Keyboard – A nostro parere è il migliore iPad di sempre

Bisogna dire che iPad in ogni sua versione ha sempre rappresentato una delle migliori proposte per questa tipologia di device, se non addirittura la migliore. Laddove infatti sarebbe anche possibile un confronto hardware, la bontà dell’ecosistema ci ha portato a preferire la soluzione di Apple.

E allo stesso tempo possiamo dire che in sette anni di tablet Cupertino non ha mai rilasciato una versione peggiore della precedente, per un qualche difetto o qualche problema. Quando il mercato complessivo ha risentito di cali per questa tipologia di device, Apple spesso ne ha risentito meno di altri vendor. Siamo arrivati a questa edizione 2017 quindi.

iPad 2017 vs iPad Air 2

L’ultima proposta innanzitutto è disponibile a partire da un prezzo di partenza di 409 euro per il modello solo WiFi con capacità 32 Gbyte (costa 160 euro in più la versione con chipset LTE),  si presenta con il chip A9 e una batteria che permette ampiamente l’utilizzo per una giornata intera, anche con un’intensa fruizione di contenuti multimediali; Retina display vanta la medesima risoluzione e densità di pixel del modello iPad Air 2 (2048×1536 a 264 ppi).

A differenza dell’ultimo modello di iPad Air (la seconda generazione) il nuovo iPad è vero che è leggermente più pesante (ma 9 grammi davvero non sono percepibili) e un poco più spesso (si parla esattamente di 1,4 mm più spesso, per 7,5 mm complessivi), assimilabile a tutti gli effetti con iPad Air di prima generazione, tanto che con poche correzioni sulla disposizione di pulsanti e fotocamera potreste tranquillamente inserirlo nella sua custodia (e noi abbiamo fatto proprio così).

iPad Air 2
iPad Air 2

Sono però variazioni, quelle relative a dimensioni e peso,  che davvero fanno sorridere e che pensiamo valga la pena di non tenere in considerazione. Rispetto ad iPad Air 2 però il nuovo modello arriva, appunto, con il processore più potente (A9 vs A8X con il coprocessore M9 invece di M8), il più potente a disposizione per i tablet Apple. Identica la dotazione di Ram (2Gbyte) e le versioni da 32 o 128 Gbyte di memoria per app e dati. 

Tutte considerazioni che ci portano a una valutazione importante. A nostro avviso non ha senso aggiornare la propria dotazione da iPad Air 2 a questo modello, mentre già il senso c’è se pensate di aggiornare il vostro iPad Air di prima generazione. Lo diciamo anche perché dal punto di vista puramente quantitativo se si parla di prestazioni, iPad 2017 è il tablet più potete di sempre di casa Apple, e ha il display più luminoso. Lo dicono i benchmark GFXbench Metal e i Geekbech v4.

E’ vero anche però che chi ha sezionato pezzo a pezzo questo tablet non ha osservato il medesimo sistema antiriflesso in dote ad iPad Air 2, che da questo punto di vista  è un piccolo passo avanti, anche perché la maggiore compressione degli elementi aveva conferito ad iPad Air 2 una rigidità appena lievemente maggiore.  

Il comparto multimediale non svela nessuna novità rispetto a quanto avevamo già imparato ad apprezzare sul modello iPad Air 2; quindi si ha a disposizione una fotocamera posteriore con sensore da 8 MP,  e quella frontale con sensore da 1,2 MP.

iPad 2017, quando rappresenta la scelta migliore

iPad 2017, anche nella sua versione base, rappresenta nel mondo dei tablet la scelta migliore sempre, se provenite da un altro sistema operativo. A nostro avviso l’ecosistema della app, lo stesso iOS rappresentano la soluzione più comoda per tutto quello che deve fare un tablet classico, e cioè rappresentare prima di tutto un device per ‘fruire contenuti’. Il prezzo intorno ai 400 euro dovrebbe rappresentare un ulteriore incentivo. 

iPad 2017 - Il dorso
iPad 2017 – Il dorso

Il discorso si fa diverso in due casi: se avete già a disposizione iPad Air 2 e se volete utilizzare un tablet per lavorare a tutto tondo. Nel primo caso a nostro avviso “l’upgrade” non ha senso, difficile pensare che ci siano utenti a caccia di un minimo update di potenza.

E’ però soprattutto il secondo caso che ci fa pensare. Sì, perché l’esperienza possibile con iPad Pro (per coerenza limitiamo il confronto al modello con la medesima diagonale e 32 Gbyte di spazio), è insuperabile ed eccezionale, anche se costa 280 euro in più (a parità di modelli) cui va aggiunto il prezzo della tastiera (169 euro) e di Apple Pencil 109 euro.

Con il nuovo iPad 2017, Apple vuole offrire un device di ingresso affidabile, ma è un peccato che il divario di prezzo con l’esperienza di un iPad Pro stia nel rapporto di 1 a 2, con il secondo che costa più del doppio rispetto al primo, armato come deve essere di tastiera e Apple Pencil per essere completo. Resta a nostro avviso fuori discussione che iPad Pro da 9,7″ pollici senza alcun dubbio sia il miglior device a catalogo, tra i tablet ma non solo… 

Un’ultima considerazione sui prezzi in rapporto a cosa si acquista ci sembra importante: E’ singolare verificare come online iPad Air 2 sia disponibile per l’acquisto ancora a un prezzo sensibilmente superiore ai 400 euro e che addirittura sullo store di Apple siano disponibili esemplari ricondizionati di iPad Air 2 (solo Wifi), con appena 16 Gbyte di memoria ad appena 50 euro in meno rispetto al nuovo modello iPad 2017. Cui prodest?

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Conquistare un vantaggio nella Mobile App Economy”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore