iPad: grande iPhone o grande novità?

News

Gli analisti e i blog si confrontano sul tablet pc di casa Apple. Gli editori sgonfiano le aspettative alcuni blogger lamentano la mancanza di riferimenti a iBooks

Il giorno dopo dell’iPad. Gli analisti e, in generale, i blogger in rete, iniziano a dare i primi commenti, i primi giudizi sul tanto atteso tablet pc di casa Apple, svelato ier ida Steve Jobs.

Qualcuno lo ha definito solo ‘un grande iPhone’ altri cercano di capire quale possa essere l’utilità pratica di un iPad. A cominciare dagli editori che sull’iPad avevano puntato come strumento per dare un po’ d’ossigeno alla flessione sulle vendite di quotidiani.

Il New York Times, per esempio, il giorno dopo il lancio si è lasciato scappare un “ ci aspettavamo di rimanere sorpresi. Non è successo”. Intanto si fa la conta di quanti ‘pezzi’ saranno venduti.

Secondo Bernstein & Co, saranno tre milioni in un anno, altri arrivano anche a sei milioni. Gartner invece vede in questo prodotto una novità che andrà a insidiare il mercato dei netbook low cost, soprattutto per i prezzi aggressivi che ha messo Apple sul listino (da 499 dollari a 699 dollari).

Ma accanto agli aspetti positivi di iPad (è indubbiamente bello sotto il profilo estetico; sfida Amazon Kindle con efficacia; il Touchscreen di Apple sarà performante come sempre), osservatori e media stanno mettendo in luce anche i limiti di iPad.

In particolare, dal punto di vista commerciale, melablog.it spiega: “ Ma c’è una nota negativa per tutti gli store europei: è assente qualsiasi riferimento a iBooks, la nuova applicazione per l’acquisto e il download di ebook tramite iBookstore, poiché il servizio è attualmente disponibile soltanto negli Stati Uniti. Per tutti quelli che si sono fatti prendere dallo sconforto, vista la presunta assenza di questo servizio al momento della commercializzazione in Europa (e in particolare Italia), c’è ancora forse una flebile speranza alla quale “aggrapparsi” che lascia aperta la possibilità che l’Italia (e altri paesi) non siano già automaticamente esclusi dall’introduzione di questo servizio fin da subito”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore