iPhone 5, previsioni di vendite da capogiro e la Borsa brinda

News

Secondo gli analisti, l’iPhone 5 sarà il gadget tecnologico più venduto di sempre, oltre 19 milioni di pezzi entro la fine del mese

Diciannove milioni di vendite entro la fine del mese e la Borsa brinda. Il 12 settembre è stato il giorno del nuovo iPhone 5, il più sottile e leggero e, secondo  Carl Howe, analista della società di ricerca Yankee Group, interpellato da TMNews, sarà il gadget tecnologico più venduto di sempre, ben oltre il record del modello precedente.

Apple, secondo gli analisti interrogati da Bloomberg News, venderà 58 milioni di iPhone 5 nel 2012, generando un fatturato da 36,2 miliardi di dollari. Ma la concorrenza non dà tregua nel mercato degli smartphone, che vale quasi 220 miliardi di dollari. Il nuovo smartphone, presentato a San Francisco, è stato accolto positivamente anche a Wall Street, dove il listino di Apple guadagna a quasi due ore dall’apertura l’1,18% a 677,34 dollari per azione, oltre il 65% in più rispetto all’anno scorso. L’iPhone, lanciato per la prima volta nel 2007, ha permesso a Apple di diventare la società con il valore di mercato maggiore del mondo, che si aggira adesso oltre 635 miliardi di dollari.

Ma entriamo nei dettagli della notizia. Secondo Mf-Dj, il lancio dell’iPhone 5 ha convinto diversi broker ad aumentare il target price di Apple, in scia alle previsioni di vendita del nuovo device e alla reazione positiva degli investitori. La raffica di revisioni al rialzo dei prezzi è stata innescata dalla rapidità con cui Apple punta a lanciare la sua nuova creatura sui mercati di tutto il mondo.

Dopo il debutto negli Stati Uniti e in altri 8 Paesi fissato per il 14 settembre, il dispositivo sarà disponibile in altri 22 mercati la settimana successiva, fino ad arrivare ad oltre 100 entro il periodo natalizio. In Italia arriverà il 28 settembre 2012. ”Siamo positivamente sorpresi che i tempi di commercializzazione del nuovo iPhone siano i piu’ rapidi nella storia di Apple”, ha osservato l’analista di Barclays, Ben Reitzes, in una nota ai clienti, nel giustificare l’aumento del target price della multinazionale californiana da 750 a 810 dollari.

Anche Deutsche Bank ha manifestato ottimismo sulle prospettive societarie, alzando il target price del titolo da 650 a 775 dollari. Dal canto suo Jp Morgan, pur confermando rating e target price rispettivamente a overweight e 770 dollari, ha lasciato spazio ad una revisione al rialzo della propria valutazione. “Il lancio dell’iPhone 5 ha superato le nostre previsioni in termini di caratteristiche e rapidita’ di messa in commercio”, ha spiegato l’analista Mark Moskowitz in una nota ai clienti, aggiungendo che “possono esserci i presupposti per un ritocco al rialzo delle nostre previsioni”.

Le azioni di Apple, che ieri hanno chiuso le contrattazioni sul Nasdaq in rialzo dell’1,4% a 669,79 dollari sulla scorta del lancio del nuovo smartphone, sono ora in progresso dell’1,05% a 676,41 dollari, non lontane dai massimi di sempre della settimana scorsa di 680,44 dollari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore