Itway Vad, a giugno nuova offerta di servizi per il cloud

Strategie
Michele Papa, ItwayVAD

Michele Papa, country manager Itway Vad, annuncia, durante la tappa milanese di Itway Campus, un nuovo brand dedicato alla nuova offerta di servizi in ambito cloud prevista per giugno 2012

Entro giugno 2012 Itway Vad rilascerà al canale una nuova offerta di servizi per il mondo cloud. Per ora top secret nel contenuto, si sa solo che l’offerta avrà un nuovo marchio che è già stato registrato. Rivenditori più strutturati e non saranno interessati da questa nuova offerta, secondo Michele Papa, country manager di Itway Vad, incontrato all’evento milanese di Itway Campus, e molti di loro hanno chiesto al distributore a valore di aiutarli a capire e, in seguito, veicolare questa offerta. Una novità che segue un filone ormai noto da qualche anno, quello del cloud, appunto, che inevitabilmente modificherà le dinamiche distributive.

Michele Papa, ItwayVAD
Michele Papa

Ma le novità, per Itway Vad, non finiscono qui. Alla tappa milanese del Campus hanno partecipato circa duecento persone, presente, tra le altre, Vidyo, l’ultima società con cui Itway Vad ha siglato un accordo. E proprio da questa società e dal segmento delle videoconferenza, Papa si spinge ad annunciare una prossima novità. “Tra i nuovi accordi che abbiamo firmato con i vendor, la direzione verso cui stiamo andando – spiega Papa – è quella di avere partnership che vadano a coprire esigenze precise in mercati specifici, che possano essere verticali, come per esempio il mondo della videoconferenza”.

Tornando al cloud computing, viene spontaneo chiedere a Papa come vede l’evoluzione del canale distributivo in un ottica cloud.  A parte le novità in ambito cloud, che arriveranno il prossimo giugno, “quando questo mercato sarà consolidato – spiega –  richiederà una evoluzione del ruolo dei distributori e del canale in generale. Stiamo supportando il canale perché una delle principali trasformazioni a cui sarà sottoposto sarà quella di passare dalla vendita di prodotti o soluzioni alla vendita dei servizi. Di certo, emergeranno anche nuove realtà che venderanno il cloud, in perfetta concorrenza con la distribuzione tradizionale”.

Papa vede differenti reazioni tra gli operatori di canale: da quelli più reattivi a quelli più spaventati o disorientati, fino a quelli più lenti al cambiamento, i quali dovranno necessariamente rifocalizzarsi altrimenti scompariranno. Tra i disorientati ci sono anche quelli che vedono un futuro incerto “e non sanno come indirizzarsi. Passando ai cambiamenti che subiranno i vendor – spiega Papa – dobbiamo segmentare il mercato: dai vendor nativi cloud, come Spamina, a quelli che accanto all’offerta tradizionale affiancheranno  anche un’offerta cloud e poi ci saranno anche quelli più lenti a rifocalizzarsi”.

Itway Vad sta siglando nuovi contratti pronti per essere annunciati e Papa ricorda l’ultimo annunciato, quello con Vidyo, vendor legato alle tecnologie di videoconferenza. “Le soluzioni del vendor si integrano nella nostra offerta e vanno a risolvere l’esigenza di cost saving delle aziende.  All’interno dei nostri ambiti di distribuzione, che si riassumono in sicurezza It, infrastruttura per data center e cloud computiug, gli accordi che andremo a fare sono legati a questi tre settori  e i nuovi vendor che ci porteremo a bordo sono selezionati nell’ottica di creare offerte complementari e ad hoc per il nostro canale. I rivenditori – spiega – chiedono di usufruire delle ‘forze interne’ di Itway Academy ed è una risorsa”.
Papa tira le somme di un anno tosto. E spiega di essere “moderatamente ottimista. Internamente abbiamo riorganizzato il team e la struttura lavorando sull’efficienza, liberando risorse”, conclude Papa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore