Jason Oxam (CEA), nel 2012 boom di Smart TV e 3D

Strategie

Al prossimo CES di Las Vegas grandi novità in ambito home entertainment: protagonista sarà la tv, con schermi 3D innovativi e connessione al Web. Dal 10 al 13 gennaio 2012, aprirà il keynote di Steve Ballmer, Ceo di Microsoft

Il Consumer Electronic Show, immancabile evento che dal lontano 1967 chiama a raccolta migliaia di persone appassionate di tecnologia e innovazione, ha avuto una interessante anticipazione a Milano, con la presenza di Jason Oxman, vice presidente del CEA (Consumer Electronics Association) ad illustrare cosa sarà presentato a Las Vegas dal 10 al 13 gennaio 2012. Si è parlato non tanto di prodotti, quanto dello scenario che il mercato dell’elettronica di consumo si appresta a vivere, se non unico, di certo tra i pochi che sembrano aver subito meno la crisi di questi anni: secondo le stime della CEA il 2011 si chiuderà, a livello globale, con un fatturato complessivo di 963 miliardi di dollari, il 23% dei quali realizzato nell’Europa Occidentale.

Al di là dei numeri, lo scenario sembra piuttosto chiaro: da alcuni anni è in corso una decisa virata verso la digitalizzazione dei contenuti, siano essi testuali, video o audio e la direzione è segnata. In questo senso il passaggio dalla tv analogica a quella digitale ha segnato forse l’ultimo decisivo passo, al quale si sono presto adattati produttori di hardware, service provider e broadcaster. Il riferimento alla tv non è casuale.

Jason Oxam, vice presidente Consumer Electronics Association (CEA)
Jason Oxam, vice presidente Consumer Electronics Association (CEA)

Tra le novità che saranno presentate nei giorni del CES a Las Vegas, le più interessanti sono nel comparto tv ed in particolare con tecnologia 3D – spiega Oxman -. Finora gli schermi 3D hanno incontrato molte resistenze tra i consumatori, per una serie di ragioni: l’utilizzo degli occhiali è considerato un ostacolo, qualcosa di fastidioso. Oltre a ciò esiste una certa incompatibilità tra occhiali di produttori diversi. Ma non solo: per poter vedere in maniera ottimale un film 3D senza occhiali bisogna stare in posizione perfettamente perpendicolare allo schermo, senza potersi muovere, pena vedere le immagini sfalsate. Ebbene, i visitatori del CES 2012 potranno invece scoprire una nuova tecnologia di ‘face tracking’ che individua il volto delle persone che siedono davanti alla tv e indirizza in modo corretto le immagini“.

Intorno alle tv si sta dunque muovendo qualcosa: produttori e content provider stanno lavorando insieme per venire incontro alle esigenze degli utenti e per migliorare il più possibile l’esperienza televisiva che non può, non potrà, più essere solo “passiva”, di tradizionale spettatore che resta fermo davanti allo schermo e subisce quel che vede. Già con il digitale terreste si è tentato di rendere interattiva la televisione, pur se con risultati spesso insufficienti; nuovo impulso sarà dato dalle smart tv, dove la connessione a Internet consentirà di portare il Web sul piccolo schermo, con tutti i benefici e i vantaggi che comporta.