Kaspersky Lab aggiunge il livello bronze per incentivare lo small business

Mercato
KasperskyLab, Morten Lehn
0 0 Non ci sono commenti

Morten Lehn, managing director e Giampiero Cannavò, head of channel B2B di Kaspersky Lab Italia spiegano le novità del nuovo partner program e anticipano nuove soluzioni specifiche per l’industria che arriveranno sul mercato italiano ad aprile 2016

Un nuovo partner program e un nuovo livello di certificazione, bronze, che permetterà un approccio più puntuale al mercato small office e small business.

Kaspersky Lab quest’anno ha come focus particolare il segmento del very small business e questo nuovo livello per i partner di fascia più bassa, collocato tra i registered e i silver partner, ha l’obiettivo di incentivare “i partner meno consolidati di incrementare i propri margini di prodotto e far crescere il business attraverso nuovi livelli di scontistica, offerte aggiuntive e risorse prima non disponibili”, spiega Morten Lehn, managing director di Kaspersky Lab Italia.

Morten Lehn
Morten Lehn

Giampiero Cannavò, head of channel B2B di Kaspersky Lab Italia, ha sottolineato come attualmente ci siano più di 3 mila partner registered che hanno acquistato almeno una volta da Kaspersky. “Ai bronze non chiediamo una certificazione specifica, per questo livello sono facoltative – spiega – e nel nostro portale ci sono tutti gli strumenti per aiutare questo tipo di partner a sviluppare competenze tecniche e commerciali. Con l’introduzione di questo livello – continua – abbiamo ampliato la matrice. Ci siamo accorti che tra i registered vi erano partner con un discreto livello competenza e specializzazione e, per 148 di questi, era arrivato il momento di trasferirsi in questa nuova categoria di partner, ai quali chiediamo un fatturato minimo di 13 mila euro l’anno”.

Se da un lato i bronze e silver partner sono il traino del mercato perché si occupano del settore small medium business, quello più popolato in Italia, dall’altra. Kaspersky sente l’esigenza di crescere anche lato partner enterprise “per questo vogliamo partner skillati. L’azienda si orienterà sempre di più sul mondo dei servizi e il nuovo partner program è pensato per dare a questi partner competenze che la nostra azienda richiede”, spiega Cannavò che aggiunge: “Abbiamo aggiornato il nostro partner program per dare ai rivenditori nuovi strumenti che li aiutino a distinguersi”.

Giampiero Cannavò
Giampiero Cannavò

Nel corso di quest’anno ci saranno cambiamenti significativi relativi a una delle risorse: il Partner portal, una piattaforma che racchiude tool, strumenti di formazione, servizi “Nuovo layout e un hub dentro il quale i rivenditori troveranno informazioni sui partner. Ci sarà anche una sezione dedicata alla deal registration. In particolare, un partner che segnala una opportunità ha diritto a uno sconto fino al 5% per ordinativi sopra una certa soglia, mentre per i partner gold e platinum è prevista la possibilità di far parte di un programma rebate con la possibilità, una volta fissato con un account manager Kaspersky, di avere fino a un massimo del 5% in più di rebate”.

Kaspersky Lab precisa che l’approccio distributivo è orientato al 100% al canale ed è fondamentale, per la società, crescere nello storico parco partner sia raggiungere nuovi rivenditori. Lehn spiega che la società investe il 15% delle revenue in marketing “abbiamo più di 3mila partner nel partner program e in Italia volgiamo crescere. I top, i platinum sono otto e con loro copriamo bene il territorio, mentre nel corso di quest’anno sarà molto potenziato il segmento bronze per arrivare a fine 2016 ad averne almeno 300”.

Sul fronte aziendale, Kaspersky Lab cresce ogni anno a due digits con numeri positivi in tutti i segmenti di attività: dal retail, fino allo small business e fino al top enterprise. Sono tre i settori verticali su cui Kaspersky sta puntando molto e sono: finance, pubblica amministrazione e automotive.

Ma non finisce qui. Kaspersky Lab, sta lavorando per creare un ecosistema di partner dedicati al mondo dell’industria. Lehn svela che per l’industria arriverà in Italia, da aprile 2016, una soluzione chiamata Kaspersky Industrial Cyber Security e per questa soluzione “abbiamo creato un livello di partnership diverso da quelli presenti nel partner program e i partner che vi rientreranno saranno ammessi solo su invito. Sempre ad aprile lanceremo la piattaforma Kaspersky Anti Targeted Attack, la soluzione enterprise”, conclude Lehn.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore