Kaspersky Lab svela le start up ‘più promettenti’

News

Kaspersky Lab ha annunciato nel corso dell’evento di premiazione tenutosi presso il MIT le start up che sono state considerate più promettenti: Excalibur, dalla Slovacchia, la tedesca Pipe, mentre sono arrivate terze a pari merito Cyber DriveWare (Israele) e la statunitense ZeroDB

Chi sono i vincitori della Security Startup Challenge?

Kaspersky Lab lo ha annunciato nel corso dell’evento di premiazione tenutosi presso il MIT – Massachusetts Institute of Technology (USA). Le start up che sono state considerate più promettenti sono state: Excalibur, dalla Slovacchia, che si è aggiudicata il primo posto, seguita dalla tedesca Pipe, mentre sono arrivate terze a pari merito Cyber DriveWare (Israele) e la statunitense ZeroDB. Ogni squadra si è aggiudicata una quota del fondo di 80mila dollari, mentre il primo classificato beneficerà anche di un supporto post-program.

La Security Startup Challenge (SSC) 2015 consta di un acceleration program globale, sviluppato ed implementato da Kaspersky Lab in partnership con Mangrove Capital Partners e ABRT Venture Fund. Il programma accelerator mentor-driven, della durata di tre mesi, ha dato origine a 23 progetti di startup di cybersecurity e affini – come fintech, healthcare, mobile, IoT e Cloud – con competenza nel business, cybersecurity e cross-industry. Kaspersky Partner Program

Nel corso della SSC 2015, i partecipanti hanno potuto analizzare i maggiori trend di cyber-sicurezza, creare un piano d’azione per lo sviluppo dei propri progetti, attirare early adopter ed utenti, raccogliere ed analizzare i feedback del mercato reale, migliorare i prodotti, analizzare la concorrenza e pianificare il finanziamento della start up.

Il programma ha coinvolto gruppi che lavoravano da remoto, con progressi monitorati su base settimanale da parte di esperti di sicurezza informatica e start up mentor che includevano imprenditori di grande esperienza e venture capitalist e 2 bootcamp ospitati in Lussemburgo da PwC. Il team lussemburghese di cybersicurezza PWC ha messo a disposizione della SSC 2015 la propria competenza e, grazie a loro, i partecipanti ai bootcamp hanno avuto la grandissima opportunità di scambiare opinioni e punti di vista con i loro compagni e capire le più recenti sfide nell’ambito della sicurezza.

Durante la selezione finale al MIT di Boston una giuria ha selezionato le squadre costituite dalle start up più promettenti che sono state in grado di dimostrare i progressi più significativi nell’ambito dei loro progetti nel corso della SSC 2015:

Ad Excalibur, primo classificato, sono andati 50.000 dollari ed il supporto post-program. La società ha messo a punto un sistema di autenticazione senza interruzione per qualsiasi sistema legacy quali PC/Mac/webpage in modo che chiunque possa fare a meno delle password utilizzando il telefono come security token.

Il secondo posto è stato assegnato a Pipe, che si è aggiudicata 20.000 dollari grazie ad un servizio sicuro di trasferimento browser-to-bowser di file senza limiti di grandezza.

Al terzo posto pari merito, si sono divisi il premio di 10.000 dollari i team Cyber DriveWare – azienda che fornisce ad imprese e infrastrutture critiche la possibilità di proteggersi da attacchi malware che mirano a interrompere l’attività di business attraverso paradigmi, in attesa di brevetto, quali filter driver ed esclusive analisi di meta-dati – e ZeroDB – sviluppatore di database criptati end-to-end che permettono di non esporre dati o key al server.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore