Kodak EasyShare Sport, la fotocamera che non teme l’acqua

Prodotti

Piccola e compatta (92,2 mm × 66,6 mm × 29,4 mm), la fotocamera Kodak EasyShare Sport è disponibile in giallo e rosso, è leggera e maneggevole pesa 175 grammi batteria e scheda di memoria incluse. La parte posteriore è occupata per lo più da un display LCD TFT da 61 mm di diagonale a colori e 112mila pixel

L’arrivo dell’estate è fatta di tante cose: dalla temuta prova costume alla scelta della mèta per trascorrere le vacanze, dalla compagnia con cui partire al volo low cost più vantaggioso. Ma una cosa, solitamente, non manca mai in valigia: la macchina fotografica. Certo se la destinazione è una bella spiaggia sabbiosa, la maggior parte delle digitali rischia di rovinarsi sia per la pericolosità dei granelli di sabbia, sia per gli schizzi di acqua salata che potrebbero danneggiare obiettivo e circuiti interni. Soluzioni possibili, lasciare la macchina fotografica in albergo, oppure “imbustarla” nel cellophan per proteggerla: tra le due opzioni sinceramente ci sentiamo di consigliarne una terza, ovvero non portare affatto la macchina fotografica in vacanza!

Kodak Easyhare Sport è una fotocamera in grado di funzionare fino a 3 metri di profondità e che non teme la polvere. Non è una novità assoluta, tempo fa avevamo provato Casio Exilim G1 una fotocamera con caratteristiche simili, seppur di fascia più alta (costava 299 euro contro i circa 70 della Kodak). Vediamo allora in dettaglio Kodak EasyShare Sport (C123).

Kodak EasyShare Sport, piccola e compatta, pesa 175 grammi comprese le due pile stilo (AA)
Kodak EasyShare Sport, piccola e compatta, pesa 175 grammi comprese le due pile stilo (AA)

Piccola e compatta (92,2 mm × 66,6 mm × 29,4 mm), la fotocamera è disponibile in due colori vivaci – giallo e rosso – e decisamente leggera e maneggevole anche con una sola mano, con un peso di 175 grammi batteria e scheda di memoria incluse. La parte posteriore è occupata per lo più da un display LCD TFT da 61 mm di diagonale a colori e 112mila pixel. Ad esso si accompagnano i pulsanti in gomma per attivare i relativi comandi, ad accessione di quello per la condivisione diretta delle foto tramite social network o il Web.Il profilo superiore ospita il tasto di accensione, il pulsante per attivare manualmente il flash, lo switch per passare dalla modalità foto a quella video e ovviamente il pulsante di scatto. A destra il gancio per il laccetto e sulla base uno sportellino che svela la porta microUsb per il collegamento al computer e l’alloggiamento per le due pile stilo (AA) che alimentano la fotocamera e quello per la scheda di memoria, ulteriormente protetti da un pannello in plastica. Naturalmente Kodak EasyShare Sport può essere sistemata su un cavalletto mediante l’apposito attacco. Per la memorizzazione di foto e video la fotocamera dispone di 32 MB di memoria interna (circa 19 per lo storage), che possono essere estesi tramite schede di memoria SD/SDHC.

La dotazione prettamente fotografica prevede uno zoom digitale 5x, lunghezza focale equivalente a un obiettivo 35mm, sensore da 12 Megapixel, otturatore in doppia modalità, automatica (1/4-1/1400) ed esposizione lunga (0,5-0,8 secondi), flash integrato (automatico, fill, riduzione effetto occhi rossi), sensibilità ISO 80, 100, 200, 400, 800, 1250 e automatica. Sono disponibili diverse modalità di scatto, da impiegare in situazioni di luminosità ambientale particolari, dal controluce al tramonto, dalla foto notturna a quella in ambiente molto luminoso. Non manca l’autoscatto con possibilità di scattare sequenze fino a 3 foto consecutive, in automatico. E’ presente la funzionalità di riconoscimento dei volti. La fotocamera consente anche la registrazione di filmati comprensivi di audio grazie al microfono frontale, formato 4:3 VGA 640×480 a 30 fps.

Kodak EasyShare Sport, il vano batterie è protetto da due sportellini a tenuta stagna che isolano i contatti interni impedendo all'acqua di danneggiarli
Kodak EasyShare Sport, il vano batterie è protetto da due sportellini a tenuta stagna che isolano i contatti interni impedendo all

La caratteristica principale di Kodak EasyShare Sport è senza dubbio la resistenza all’acqua e alla polvere: da questo punto di vista rispetta gli standard di impermeabilità IEC 60529 IPX8 fino a 3 metri di profondità e IEC 60529 IP6X per capacità antipolvere.Altra feature da segnalare è quella che si attiva premendo il tasto Share posto accanto al display: si tratta della possibilità di condividere istantaneamente una foto tramite pubblicazione sul proprio profilo Facebook o Flickr o Twitter, ma anche inviarla a uno o più indirizzi di posta elettronica. Per gestire questa funzionalità è necessario scaricare e installare un apposito software dal sito Kodak, come viene suggerito non appena si collega la fotocamera al computer.

Nei nostri test non siamo scesi fino a 3 metri di profondità per verificare l’effettiva resistenza ai limiti comunicati da Kodak, ma abbiamo comunque immerso EasyShare Sport completamente in acqua, accesa e spenta, abbiamo effettuato alcuni scatti e tutto è filato liscio. Una volta “tornati in superficie” la macchina naturalmente trattiene acqua, seppure non in misura esagerata, ma quel che più richiede attenzione è la presenza di gocce d’acqua sull’obiettivo: ciò comporta un’alterazione degli scatti successivi, a meno che non ci si premuri di asciugare l’obiettivo con la cura del caso. Una nota di merito, invece, per la possibilità di annullare l’eliminazione di una foto, eventualità che può sempre tornare utile.

Kodak EasyShare Sport, resiste sotto l'acqua, fino a 3 metri di profondità
Kodak EasyShare Sport, resiste sott’acqua fino a 3 metri di profondità

In generale di Kodak EasyShare Sport si apprezza soprattutto la maneggevolezza e al tempo stesso la robustezza della scocca, oltre naturalmente alla possibilità di portarla con sé anche laddove sarebbe sconsigliato con fotocamere tradizionali, ovvero in spiaggia o in piscina. Pratico anche il modo di condividere foto e video tramite la funzionalità Share. EasyShare Sport è dunque una fotocamera da battaglia, come si suole dire, adatta a circostanze limite e di contro non ci si può certo attendere la massima qualità delle immagini: la messa a fuoco è automatica e non concede margini di intervento, nemmeno premendo a metà il pulsante di scatto, ma le foto scattate sott’acqua beneficiano di un valido bilanciamento del bianco che aiuta a equilibrare eventuali riflessi di luce.

Un’avvertenza sul vano batterie: come precedentemente accennato, le due pile stilo si trovano sotto ad uno sportellino posto alla base della fotocamera e ulteriormente protetto da un altro pannello in plastica. Quest’ultimo va chiuso correttamente poiché all’interno del primo sportellino abbiamo trovato tracce d’acqua che, se a contatto con le batterie, potrebbero causare gravi danni alla fotocamera.

Kodak EasyShare Sport è in vendita sul sito di Kodak al prezzo di 69,99 euro. La confezione include il cavo MiniUsb-Usb per il collegamento al computer, due pile stilo (AA), un laccetto da polso e il manuale utente: non è compresa la scheda di memoria SD, che andrà acquistata a parte.